Milano, 4 gennaio 2022 -  E' questione di giorni: da lunedì 10 gennaio scatta una nuova stretta per i non vaccinati. Da quella data, infatti, entrerà in vigore il Green Pass rafforzato o Super Green pass, che viene rilasciato solo a chi si è sottoposto alla somministrazione anti-Covid o a chi è guarito da virus. Questo certificato è necessario per accedere a una serie di attività o servizi. Ma vediamo tutto nel dettaglio. 

Super green pass, le regole dal 10 gennaio

Cos'è il Super Green pass

Il Super Green pass o Green pass rafforzato è il certificato covid digitale in vigore dal 6 dicembre per accedere a una serie di attività sociali, che vanno dalla possibilità di accedere a bar e ristoranti al chiuso agli stadi, precluse ai possessori del solo green pass base. È stato introdotto dal decreto del 26 novembre 2021 approvato dal governo di Mario Draghi. Il nuovo certificato verde è valido solo per coloro che sono vaccinati o guariti dal Covid. Non è quindi valido per chi è in possesso di un tampone negativo, sia esso antigenico o molecolare.

Super Green pass: 10 cose da sapere

Come si ottiene

Il Super Green pass si ottiene solo con il vaccino o con la guarigione dal Covid. Chi ha già un green pass ottenuto per queste due ragioni può stare tranquillo perché il QR code, ovvero il codice a barre bidimensionale resta lo stesso. Per chi si vaccina adesso, il certificato sarà generato a partire dal 12esimo giorno dopo la prima dose e sarà valido a partire dal 15º giorno fino alla seconda dose. Per le altre dosi o per la guarigione dal Covid, il Super green pass sarà generato dopo un paio di giorni e sarà valido a partire dal 14º giorno.

Come scaricarlo

Per scaricare il Super Green pass o Green pass rafforzato bisogna: accedere al sito  www.dgc.gov.it con tessera sanitaria o identità digitale Spid; scaricare la App Immuni o la App IO; accedere al proprio fascicolo sanitario elettronico regionale. In alternativa ci si può rivolgere al proprio medico di medicina generale, al pediatra o in farmacia.

La differenza tra Green pass e Super Green pass

Il super green pass può ottenere solo chi è vaccinato con una o due dosi o è guarito dal covid. Questa è la principale  differenza con il Green pass base che si ottiene anche con un tampone molecolare negativo (con una validità di 72 ore) o con un tampone antigenico (48 ore di validità).

Dove serve 

Grazie al Super Green pass, in vigore dal 6 dicembre scorso, si può accedere ad attività che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla negli ambiti relativi a spettacoli come cinema, teatro, concerti. Ma anche eventi sportivi; ristoranti e bar (al chiuso); feste e discoteche (comunque vietate fino al 31 gennaio con decreto Festività); sale gioco, sale bingo, centri scommesse; palestre, piscine, sport di squadra, centri benessere; Rsa; centri culturali, sociali, ricreativi. L'obbligo del Super green pass per palestre, musei, banconi del bar, piscine è arrivato solo con il decreto Festività del 24 dicembre scorso.

Super Green pass, le nuove regole dal 6 dicembre

Decreto Festività: ecco cosa si può fare, le regole

Nuove regole: cosa cambia a seconda dei colori di ogni zona

Dove serve dal 10 gennaio

Dal 10 gennaio, il Super Green pass servirà anche per il trasporto pubblico anche locale: per salire, quindi, su aerei, treni, navi, autobus, metropolitane e treni regionali. Lo stesso discorso vale per le feste, le sagre e le fiere, per i centri congressi. E ancora negli hotel e in tutte le strutture ricettive, ma anche per sedersi al ristorante anche all’aperto, frequentare piscine e centri benessere anche all’aperto. La limitazione è estesa agli sport di squadra e ai centri natatori, ai centri culturali, sociali e ricreativi. Il certificato verde servirà anche per andare a sciare e per entrare negli stadi.

Super Green pass obbligatorio per trasporti pubblici, alberghi e ristoranti all'aperto

E al lavoro? Si decide il 5 gennaio

Per quanto riguarda i luoghi di lavoro, attualemente, è sufficiente il Green pass base, quello che si ottiene anche con il tampone negativo. Stessa cosa per le mense dove è sufficiente esibire il Green pass base. Questo non vale per alcune categorie, per le quali è stato introdotto l'obbligo vaccinale a partire dal 15 dicembre. Si tratta infatti di: personale amministrativo della sanità; docenti e personale amministrativo della scuola; militari; forze di polizia (compresa la polizia penitenziaria) personale del soccorso pubblico.  A partire dal 5 gennaio, però, il governo potrebbe approvare il Super green pass anche per il mondo del lavoro. Le nuove regole potrebbero entrare in vigore a partire dal 1º febbraio per dare la possibilità a i no vax del lavoro di effettuare almeno la prima dose. Come fase intermedia si potrebbe partire con l'obbligo del super green pass per tutti i lavoratori pubblici. I controlli sul green pass verranno effettuati dal datore di lavoro con l'app VerificaC19 che è stata aggiornata.

Covid, vaccino obbligatorio: ecco per chi

Super Green pass al lavoro o obbligo vaccinale per over 18: la scelta del Governo