Quotidiano Nazionale logo
1 mag 2022

Fedez e il Concertone del Primo maggio: "Avrei voluto esserci, ma l'invito si sarà perso"

La frecciatina del cantante milanese dopo quanto avvenuto lo scorso anno

featured image
Fedez (Frame video Instagram)

Milano, 1 maggio 2022 - Fedez non dimentica. Nel giorno del Concertone del Primo maggio a Roma, il cantante milanese ha voluto ricordare sui social quanto accaduto lo scorso anno quando anche lui ebbe la possibilità di salire sul palco. In quell'occasione, il rapper fece scoppiare un paio di polemiche: attaccò i vertici di viale Mazzini per censura, affermando che avrebbero provato a oscurare il suo intervento, e poi il senatore leghista Ostellari per la sua posizione sul ddl Zan.

Primo maggio, a Roma torna il Concertone

Concerto Primo maggio Roma 2022: cantanti, chi presenta e orari

Tramite il suo profilo Instagram, oggi, il rapper ha lanciato una frecciatina agli organizzatori dell’evento: "Buon concertone a tutti, avrei voluto essere lì, ma credo che il mio invito si sia perso". Nella storia successiva ha poi condiviso un estratto del video con la discussione al telefono con la Rai, ma con un audio diverso, quello di Aldo Baglio nel film 'Tre uomini e una gamba'. Insomma, il cantante ha voluto punzecchiare nuovamente il servizio pubblico, ma stavolta ha preferito eviatre le polemiche e usare un po' di ironia.

Il precedente

In occasione del Concerto del Primo maggio del 2021, Fedez fece esplodere alcune polemiche: prima parlò di censura, attaccando i vertici Rai (emittente che ogni anno trasmette il concerto), colpevoli, a suo dire, di aver provato a oscurare parti del suo intervento. Immediata la replica da parte di viale Mazzini, che aveva definito l’accusa del rapper "fortemente scorretta e priva di fondamento".

Aveva fatto seguito la pubblicazione da parte di Fedez di una clip in cui veniva registrata la chiamata avvenuta tra lui e la vice direttrice di Rai 3 Ilaria Capitani. La Rai aveva ribattuto che il video pubblicato dal cantante era stato manipolato. Poi, il cantante attaccò duramente il senatore leghista Ostellari per via dell’ostracismo praticato sul percorso parlamentare del ddl Zan, che alla fine è stato fatto naufragare.

Concertone Primo maggio 2021. la telefonata tra Fedez e i vertici Rai

Dopo l'episodio, la Rai, inizialmente, decise di procedere contro il rapper milanese sporgendo una denuncia per diffamazione. Alla fine, però, lo stesso servizio pubblico non querelò Fedez.  Non chiaro che cosa abbia spinto la tv di stato a fare un passo indietro. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?