Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Bollettino Covid Lombardia e Italia, giovedì 5 maggio: 6.362 nuovi contagi e 22 morti

In Italia 48.255 nuovi positivi (+1.216), mentre calano le vittime: 138, ieri erano state 14 in più 

featured image
Bollettino Covid Lombardia


Le restrizioni sono state allentate, anche se con diverse variazioni sull’uso delle mascherine, ma la soglia dell’attenzione non si abbassa, nonostante il monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe abbia rilevato una diminuzione di nuovi casi e decessi rispetto a quella precedente. In molti, anche all’aperto, hanno scelto di continuare ad usare i dispositivi di protezione e di tenere la guardia alta. Riflettori puntati sui dati di oggi. In Lombardia 6.362 nuovi contagi e 22 decessi. In Italia sono 48.255 i nuovi contagi da 
Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 47.039. Le vittime sono invece 138, rispetto a ieri 14 in meno. La regione con il maggior numero di casi odierni è la Lombardia con 6.362 contagi.

Bollettino Covid Lombardia

Con 45.925 tamponi effettuati è di 6.362 il numero di nuovi positivi al Covid registrati in Lombardia, con un tasso di positività in salita al 13,8% (ieri era al 12,8%). Il numero dei ricoverati è in lieve aumento nelle terapie intensive (+1, 37) e in calo nei reparti (-11, 1.179). Sono 22 i decessi che portano il totale da inizio pandemia a 40.065. Per quanto riguarda le province, a Milano sono stati segnalati 2.010 casi, a Bergamo 564, a Brescia 760, a Como 395, a Cremona 181, a Lecco 281, a Lodi 143, a Mantova 268, a Monza e Brianza 555, a Pavia 354, a Sondrio 181 e a Varese 485.

I dati di giovedì 5 maggio
I dati di giovedì 5 maggio

La situazione in Italia 

In Italia sono 48.255 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore. Le vittime sono invece 138, rispetto a ieri 14 in meno. 1.165.124 le persone attualmente positive al Covid, 21.946 in meno nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. In totale sono 16.682.626 gli italiani contagiati dall'inizio della pandemia, mentre i morti salgono a 164.179. I dimessi e i guariti sono 15.353.323, con un incremento di 70.523 rispetto a ieri. In calo i ricoveri: le terapie intensive sono 2 in meno (ieri +5), con 32 ingressi del giorno, e scendono a 369 totali, mentre i ricoveri ordinari sono 230 in meno (ieri -81), e sono 9.384 in tutto. 327.178 i tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 ore, ieri erano stati 335.275. Il tasso di positività è al 14,7%, stabile rispetto al 14% di ieri.

L’appello di Fontana: "Massima attenzione"

"La sensazione è che il Covid sia in una situazione sotto controllo ma si tratta sempre di un virus di cui dobbiamo diffidare e fare la massima attenzione. Purtroppo circola". Queste le parole del presidente della Lombardia Attilio Fontana che ha invitato a completare i cicli vaccinali. "Oggi sono andato ad inaugurare il nuovo reparto di terapia intensiva dell'ospedale San Paolo - ha detto - e mi hanno detto che fra i vaccinati non si assiste più a ricoveri gravi”.

Morti Covid alla Rsa Ambrosiana: chiesta l’archiviazione

Il fascicolo aperto sui morti di Covid in una residenza sanitaria assistita milanese, la "Ambrosiana srl" di via Olgettina, va verso l’archiviazione. I parenti degli ospiti avevano denunciato inefficienze e negligenze del personale. Ma "la condotta doverosamente tenuta dai vertici della Rsa volta ad impedire il propagarsi della malattia esclude che si possa parlare di negligenza, imprudenza, imperizia". 

Cavaleri: “Quarta dose per tutti? Troppo presto”

"E' troppo presto per considerare la somministrazione di una quarta dose di vaccini anti-Covid alla popolazione generale". Sono le parole di Marco Cavaleri, responsabile Vaccini e Prodotti terapeutici Covid-19 dell'Agenzia europea del farmaco Ema. L'appello dell'ente regolatorio Ue va invece alle fasce fragili e in particolare agli anziani: "Le persone di età superiore a 80 anni potrebbero beneficiare di un secondo booster considerato che sono più a rischio di sviluppare forme gravi di Covid".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?