Quotidiano Nazionale logo
21 feb 2022

Bollettino Covid Italia e Lombardia di oggi 21 febbraio: 24.408 nuovi casi e 201 morti

In calo le terapie intensive, 6 ricoverati in meno. Tasso di positività al 10,5 per cento

Sono 24.408 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore, secondo i datid el ministero della Salute. Ieri erano stati 42.081. Le vittime sono invece 201 (ieri erano state 141). Sono 12.494.459 gli italiani contagiati dal Covid dall'inizio della pandemia, secondo i dati del ministero della Salute.  Calano ancora le terapie intensive 6 in meno (ieri -19) con 55 ingressi del giorno e scendono complessivamente a 928, mentre tornano ad aumentare i ricoveri ordinari (ma il post-weekend è da sempre caratterizzato dalle poche dimissioni): 91 in più (ieri -103), 13.375 in tutto.  Gli attualmente positivi sono 1.321.971, in calo di 26.376 nelle ultime 24 ore, mentre i morti totali salgono a 153.190. I dimessi ed i guariti sono 11.019.298, con un incremento di 50.659 rispetto a ieri.

La regione con il maggior numero di casi odierni è il Lazio con 3.121 contagi, seguita da Sicilia (+2.466), Campania (+2.320), Emilia Romagna (+2.111) e Piemonte (+2.047). 

 

Covid: quarta dose vaccino per tutti? L'idea si fa strada. Quando e come

 

Italia

 

 

"Sulle vaccinazioni anti  Covid -  ha detto il commissario straordinario per l'emergenza Covid, generale Francesco Paolo Figliuolo -noi oggi abbiamo, con ciclo completo, l'89% dei cittadini italiani, quindi oltre 48 milioni. Se pensiamo a prima dose e guariti, siamo quasi al 94%, quindi quasi 51 milioni. Dobbiamo continuare a vaccinare sperando che ci siano ancora persone esitanti che abbiano compreso, finalmente, l'importanza del vaccino". Intanto Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe spiega. "Siamo in piena fase discendete della quarta ondata. Si sta alleggerendo la pressione sugli ospedali. In area medica avevamo più di 19mila pazienti a metà gennaio, ieri sera ne avevamo 13mila 284. Anche nelle terapie intensive c'è stata un'importante riduzione. A metà gennaio poco avevamo più di 1700 ricoveri, ieri sera 934". "La riduzione giornaliera dei casi, siamo a circa 50mila al giorno, è dovuta alla riduzione del numero dei tamponi. Il tasso di positività è praticamente stabile. Non è escluso che nelle prossime settimane si possa vedere un rallentamento dei nuovi casi ma dobbiamo vedere le curve. Vedremo più una fase di appiattimento della curva che di discesa" aggiunge. Cartabellotta che avverte la politica: "Attenzione a non confondere la necessità di togliere tutte le restrizioni con l'eliminazione di strategie fondamentali per permettere di togliere proprio le limitazioni. Quando si discute di togliere mascherine negli ambienti chiusi oppure, come nel Regno Unito, di non fare più l'isolamento per i positivi, si sbaglia. Il dibattito politico sta andando per la tangente. Le strategie tira e molla rispetto a quelle graduali hanno dimostrato che alla fine creano più problemi he benefici".

 

Il confronto dei dati degli anni di Covid:

2021 Covid Lombardia e Italia: 42.081 contagi e 141 morti

2020 Covid Italia, 13.452 nuovi casi e 232 morti. In Lombardia 4mila ricoverati

 

Lombardia

 

I dati lombardi del 21 gennaio
I dati lombardi del 21 gennaio

 

Sono 1.804 i nuovi casi di coronavirus registrati in Lombardia, a fronte di 23.790 tamponi effettuati, di cui è risultato positivo il 7,5%. Continuano a diminuire i ricoverati in terapia intensiva , che scendono di 9 (totale regionale 143), mentre salgono di 11 i ricoverati nei reparti (totale regionale 1.340). Nelle ultime 24 ore i decessi sono 37 (ieri 29), che portano il totale complessivo da inizio pandemia a 38.352. E' quanto emerge dai dati contenuti nel quotidiano bollettino sulla situazione epidemiologica regionale diffuso da Protezione Civile e Ministero della Salute. Ieri i contagiati lombardi erano 4.303 (su 50.619 tamponi eseguiti). La provincia più colpita è quella di Milano, dove i casi sono 579 di cui 279 a Milano città. Nelle altre province lombarde i positivi odierni sono a Bergamo: 136; Brescia: 300; Como: 113; Cremona: 56; Lecco: 31; Lodi: 29; Mantova: 57; Monza e Brianza: 153; Pavia: 112; Sondrio: 34; Varese: 111.

Covid, Fontana: due anni fa Lombardia travolta da tsnunami. Ora guardiamo al futuro

I dati del 21 febbraio
I dati del 21 febbraio

 

Regioni


ABRUZZO  Sono 647 (di età compresa tra 3 mesi e 95 anni) i nuovi casi positivi al Covid, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza - al netto dei riallineamenti - a 254.836. Dei positivi odierni, 339 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 5 nuovi casi (di età compresa tra 75 e 88 anni.  Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 160141 dimessi/guariti (+1877 rispetto a ieri).  Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 91768 (-1242 rispetto a ieri).
ALTO ADIGE I laboratori dell'Azienda sanitaria nelle ultime 24 ore hanno effettuato 255 tamponi PCR e registrato 12 nuovi casi positivi. Inoltre 316 test antigenici positivi..Nessun nuovo decesso mentrele pPersone in quarantena o isolamento domiciliare sono 8.494.
BASILICATA   Sono 378 i nuovi casi di contagio da Sars Cov-2, su un totale di 1.960 tamponi (molecolari e antigenici), e si registrano 2 decessi. Sono i dati del bollettino regionale della task force coronavirus riferito alle ultime 24 ore.  Sono state registrate 331 guarigioni. I ricoverati per Covid-19 sono 107 di cui 1 in terapia intensiva.  Per la vaccinazione, ieri sono state effettuate 1.717 somministrazioni. Finora 466.777 lucani hanno ricevuto la prima dose del vaccino (84,4% della popolazione che ammonta a 553.254 residenti), 434.765 hanno ricevuto la seconda (78,6%) e 332.398 sono le terze dosi (60,1%), per un totale di 1.233.940 somministrazioni effettuate. Le fasce di età con la maggiore copertura nell'ordine sono 70-79 anni (prima dose 99,96%; seconda 96,6%; terza 88,9%), 60-69 anni (prima dose 98%; seconda 93,6%; terza 81,7%), over 80 (prima 96,2%; seconda 93,3%; terza 85,1%) e 16-19 anni (prima 92,6%; seconda 82,7%; terza 50,7%).
CALABRIA  Le persone risultate positive al Covid, in Calabria, sono 1.217 in più rispetto a ieri. Lo rende noto la Regione. La percentuale di tamponi positivi è pari al 21,29%. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 6 decessi a causa del coronavirus, 11 ricoveri nei reparti e due in terapia intensiva. 
CAMPANIA  Sono 2.320 i nuovi casi di Covid-19, di cui 1.842 positivi all'antigenico e 478 positivi al molecolare. Sono 984 i posti letto occupati; 55 quelli in terapia intensiva. Quattordici i deceduti nelle ultime 48 ore; 7 deceduti in precedenza ma registrati ieri.
FRIULI VENEZIA GIULIA  Oggi su 3.016 tamponi molecolari sono stati rilevati 164 nuovi contagi, con una percentuale di positività del 5,43%. Sono inoltre 5.425 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 476 casi (8,77%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 19, mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti risultano essere 330.  Nella giornata odierna si registrano i decessi di 11 persone.
EMILIA-ROMAGNA Nelle ultime 24 ore, sono emersi 2.111 nuovi casi e si sono registrati 13 decessi correlati al virus. Ieri sono stati analizzati 12.550 tamponi con un tasso di positività del 16,8 %. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive degli ospedali regionali sono 100 (+5 rispetto a ieri, pari al +5%), l'eta' media e' di 63,7 anni. Sul totale, 51 non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 63,6 anni), il 51%; 49 sono vaccinati con ciclo completo (età media 63,9 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.757 (+39 rispetto a ieri, +2%), età media 75 anni. L'eta' media dei nuovi positivi di oggi e' di 37,5 anni. I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 48.780 (-4.318). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 46.923 (-4.362), il 96,2% del totale dei casi attivi. In totale, dall'inizio dell'epidemia i decessi in regione sono stati 15.754
LAZIO Su 8.745 tamponi molecolari e 25.114 tamponi antigenici per un totale di 33.859 tamponi, si registrano 3.121 nuovi casi positivi (-1.796), sono 24 i decessi (+13), 1.683 i ricoverati (+42), 148 le terapie intensive (+1) e +9.452 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 9,2%. I casi a Roma città sono a quota 1.746. I guariti rappresentano il triplo dei casi positivi e Roma torna sotto quota due mila. 
LIGURIA  Sono 601 i nuovi casi a fronte di 1.337 tamponi molecolari e 3.203 antigenici rapidi effettuati nelle ultime 24 ore. Sul fronte ricoveri, negli ospedali liguri ci sono 503 pazienti 
covid, 12 in piu' di ieri. Di questi, 25 sono in terapia intensiva: 10 di loro non sono vaccinati. Il report non registra nuovi decessi: le vittime del virus, da inizio emergenza, restano 5.055.
MARCHE  Dopo giorni di sensibili cali, è tornato a salire di poco il numero di ricoverati per Covid-19 nelle Marche: ora sono 303 (+2) di cui 31 in Terapia intensiva (+1), 64 in Semintensiva (+2) e 208 in reparti non intensivi (-1); 11 persone dimesse.  In un giorno rilevati 560 casi di positività con incidenza ogni 100mila abitanti in calo. Cinque le persone morte (tutte con patologie pregresse) nell'ultima giornata. Il totale regionale di vittime sale a 3.561: sono deceduti un 70enne di Macerata, un 81enne di Fermo, una 81enne di Fabriano (Ancona) e una 87enne di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), oltre a un 76enne di Barletta. Il totale di positivi (isolati o ricoverati) sale a 23.068 (+194) mentre le persone in isolamento domiciliare sono 23.431 (-1.047) e i dimessi/guariti 290.518 (302) .

MOLISE  Nel Molise che oggi comincia la sua seconda settimana in zona gialla per la prima volta dopo mesi, nella settimana appena trascorsa, sono in calo tutti i numeri della diffusione del virus. Negli ultimi sette giorni infatti ci sono stati 2.065 nuovi contagi contro i 2.569 della settimana precedente. Torna a scendere in modo deciso anche il tasso di positività che in sette giorni passa dal 15,3 al l'attuale 13,3 per cento (15.471 i tamponi processati). Il numero degli attualmente positivi passa da 7.800 a 7.205: sono 595 in meno rispetto a lunedì scorso i malati di covid in regione. In netto calo anche i ricoveri che passano da 48 a 31 (17 in meno). Le terapie intensive scendono da 5 a 4. Quasi dimezzato il numero delle vittime che in settimana sono state 8 contro le 14 della settimana precedente. I guariti infine sono stati 2.634.  
PIEMONTE  2.047 nuovi casi di persone risultate positive, pari al 6,3% di 32.562 tamponi eseguiti, di cui 29.317 antigenici. Il totale dei casi positivi diventa 968.465. I ricoverati in terapia intensiva sono 49 (-1 rispetto a ieri), non in terapia intensiva sono 1.223 (-44 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 51.141 mentre i tamponi diagnostici finora processati sono 15.405.012 (+32.562 rispetto a ieri). Sono 8, tra i quali 1 di oggi, i decessi di persone con diagnosi di  Covid-19 comunicati dall'Unita' di Crisi della Regione Piemonte. Il totale diventa quindi 12.956 deceduti risultati positivi al virus. Infine i pazienti guariti, che diventano complessivamente 903.126 (+4.014 rispetto a ieri).
PUGLIA Oggi si registrano 1.730 nuovi contagi Covid su 19.508 test (8,8% positività) e 8 decessi. Delle 86.590 persone attualmente positive 733 sono ricoverate in area non critica (ieri 729) e 56 in terapia intensiva (ieri 55). 
SICILIA   Sono 2.466 i nuovi casi di Covid19 registrati oggi in Sicilia e 18 i morti. L'isola è al secondo posto per contagi. I pazienti guariti sono 3.390 mentre nell'isola gli attuali positivi sono 246.666, 856 in meno rispetto a ieri. Sono 1.162 i ricoverati in regime ordinario, 94 in terapia intensiva e 245.410 in isolamento domiciliare. La provincia con più casi è Palermo, 741, seguita da Catania (479) e Messina (355).
SARDEGNA  Nelle ultime 24 ore si registrano 1043 casi di positività al Covid (erano 976 nella precedente rilevazione), di cui 905 diagnosticati da antigenico Come riporta il consueto bollettino della Regione, sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 3493 tamponi per un tasso di positività che sale al 29,8%. Stabile il numero dei ricoveri nei reparti di terapia intensiva, 26, mentre i pazienti ricoverati in area medica sono 370 (+ 1). Le persone in isolamento domiciliare sono 35528 (- 248). Si registrano 5 decessi.
TOSCANA I nuovi casi di  Covid  sono 1.316 a fronte di 11.630 test, di cui 5.157 tamponi molecolari e 6.473 antigenici rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è dell'11,32%, che sale al 47,3% sulle prime diagnosi. Diciannove i decessi 
TRENTINO  Sul fronte decessi è durata solo un giorno la tregua concessa dal covid-19. Oggi purtroppo si registra una nuova vittima (anziano vaccinato ma con altre patologie), ma il dato sui nuovi contagi conferma la tendenza al miglioramento che si sta registrando da alcuni giorni. I tamponi - oltre 2.000 - hanno fatto emergere «solo» 141 nuovi casi positivi. Il numero ridotto delle dimissioni nella giornata di domenica (ieri solo 1) torna a far salire seppur di poco le presenze ospedaliere, anche se le situazioni gravi sono contenute: ieri 4 nuovi ricoveri hanno portato il totale a 86, di cui 6 in rianimazione.
UMBRIA Tornano a scendere i ricoverati Covid in regione, 183 a lunedì, tre in meno rispetto a domenica mentre salgono a otto, da sette, i posti occupati nelle terapie intensive. Lo riporta il portale della Regione dedicato alla pandemia. Nell'ultimo giorno sono stati registrati 369 (375 lunedì della scorsa settimana) nuovi positivi, 491 guariti e due morti. Gli attualmente positivi scendono a 11.049, 124 in meno. Sono stati analizzati 592 tamponi e 2.874 test antigenici, con un tasso di positività pari al 10,6 per cento (9,58 una settimana fa). 
VALLE D'AOSTA Un nuovo decesso e 11 nuovi casi positivi al Covid in Valle d'Aosta che portano il totale delle persone contagiate dal virus da inizio emergenza a 31.132. I positivi attuali sono 1514 di cui 1485 isolamento domiciliare, 25 ricoverati in ospedale, 4 in terapia intensiva. I guariti totali solo 29.100, in crescita di 51 unità rispetto a ieri. I casi fino ad oggi testati sono pari a 127.418 mentre i tamponi complessivi effettuati sono 461.986. Con il decesso segnalato oggi salgono 518 le persone decedute risultate positive al virus da inizio epidemia a oggi in Valle d'Aosta.
VENETO A distanza di 2 anni esatti dalla prima vittima italiana del Covid, il 77enne Adriano Trevisan, di Vò, morto all'ospedale di Schiavonia, il Veneto tira un bilancio di 1.303.219 persone rimaste contagiate dal SarsCov-2.  I decessi in 24 mesi sono stati 13.726. Nel bollettino odierno della Regione i nuovi positivi sono in netta flessione, 1.800 (contro i 3.805 di ieri), i morti sono 12. Sostanzialmente stabili i dati degli ospedali: i ricoverati in area medica sono 1.192 (+2), quelli in terapia intensiva 104 (+1). In flessione i soggetti attualmente positivi, 72.238 (-1.237).

Covid Gran Bretagna, Johnson: ecco il piano per convivere con il virus

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?