P.G.R.
Cronaca

Chieve, il don non perdona chi sporca: “Pubblico foto con i cognomi”

Il parroco, don Ernesto Mariconti, minaccia di pubblicare in oratorio le immagini riprese dalle telecamere della videosorveglianza di chi fa pipì sul retro della chiesa

Un sacerdote (foto d'Archivio)

Un sacerdote (foto d'Archivio)

Chieve (Cremona) – Il parroco di Chieve, don Ernesto Mariconti, minaccia di pubblicare in oratorio le immagini riprese dalle telecamere della videosorveglianza di chi fa pipì sul retro della chiesa. Il fenomeno dura da tempo e da tempo il parroco chiede di non confondere la chiesa con una latrina. Senza però ottenere né consenso né ubbidienza. Adesso però la misura è colma.

Sulla pagina Facebook dell’oratorio don Ernesto ha espresso ancora una volta il proprio disappunto, che suona come un preciso avviso rivolto ai ragazzi come agli adulti: "Sto valutando di mettere insieme una carrellata di foto segnaletiche. Le temecamere hanno infatti immortalato i troppi incivili proprio “in diretta“ sul retro della nostra chiesa, che è sacro tanto quanto l’interno. Poi metterò anche nomi e cognomi". Don Ernesto ha a disposizione le immagini delle telecamere e prelevare i fotogrammi per postarli sulla propria pagina Facebook e magari pure in oratorio sarebbe un utile deterrente. Al parroco è già arrivato l’appoggio del neo eletto sindaco Orietta Berti.