PIER GIORGIO RUGGERI
Cronaca

Camisano, scappa dalla comunità e cade dal tetto: salva per miracolo

La minorenne ha eluso la sorveglianza della struttura e ha raggiunto una cascina fatiscente. Caduta da un’altezza di sei metri, si è fratturata un braccio

La cascina fatiscente e disabitata di Camisano dove la giovanissima e i suoi amici si erano andati a rifugiare

La cascina fatiscente e disabitata di Camisano dove la giovanissima e i suoi amici si erano andati a rifugiare

Camisano (Cremona), 10 luglio 2024 – Salva per miracolo. Una ragazza minorenne, lunedì intorno alle 19.50, si è fratturata un braccio cadendo da un tetto. La giovane, insieme a un paio di altri ragazzi ospiti di una comunità a Camisano, ha eluso la sorveglianza della casa dove vivono e hanno scavalcato una recinzione, entrando in una cascina fatiscente e disabitata. I ragazzi sono poi saliti sul tetto dell’abitazione e la giovane a un certo punto si è seduta su alcune tegole. Purtroppo l’impalcatura che sorregge il tetto e che è risultata pericolante, ha ceduto di schianto sotto il peso della ragazza. In questo modo lei è caduta di sotto, facendo un volo di oltre sei metri. Fortunatamente ad attutire la caduta sono stati alcuni sacchi di spazzatura che erano stati messi a terra proprio in prossimità dove è caduta la minorenne.

L’intervento dell’elisoccorso

Gli amici della ragazza, spaventatissimi per quello che era accaduto, sono corsi a dare l’allarme e sul posto sono arrivate auto medica e un’ambulanza della Padana emergenze di Mornico al Serio. Il medico, che ha visitato la giovane, viste le condizioni della ferita, ha chiesto l’intervento di un’eliambulanza che si è alzata da Brescia ed è atterrata nel pressi della cascina, quindi ha prelevato la giovane e l’ha trasportata nell’ospedale milanese di Niguarda, dove è stata ricoverata in codice giallo.

Le sue condizioni non preoccupano e la frattura al braccio sarà ricomposta. Sul luogo del sinistro sono state inviate anche due pattuglie dei carabinieri di Vailate e di Camisano. Ci sarà anche un’indagine per stabilire come hanno fatto i ragazzi a uscire dalla comunità, eludendo la sorveglianza alla quale dovrebbero essere sottoposti.