Minaccia e ferisce la moglie con coltelli davanti ai figlioletti: 44enne condannato a Como

Permesso di soggiorno revocato al marito violento. I maltrattamenti andavano avanti da 10 anni

L'uomo è stato imbarcato su un volo per le Filippine

L'uomo è stato imbarcato su un volo per le Filippine

Como, 22 marzo 2024 – Una condanna per dieci anni di maltrattamenti nei confronti della moglie, quando era sotto l’effetto di shaboo, una potentissima anfetamina. All’uomo, un filippino di 44 anni residente a Como, la Questura ha revocato il permesso di soggiorno, e ieri è stato espulso in esecuzione di un provvedimento del prefetto, con il rimpatrio nel Pese d’origine.

In Italia dal 2010, aveva rimediato una condanna a 2 anni e 4 mesi di reclusione per maltrattamenti in famiglia ai danni della moglie, dal 2010 al 2021. In più occasioni sotto l’effetto della droga, di cui faceva abitualmente uso, ha minacciato e picchiato la moglie, ferendola anche con coltelli da cucina, in presenza dei figli minori.

Preso atto della condanna, e istruita la pratica di revoca del permesso di soggiorno da parte dell’Ufficio Immigrazione, lo straniero è stato espulso dal territorio nazionale e accompagnato dai poliziotti della questura di Como a Manila nelle Filippine. Sono già 25, dall’inizio dell’anno, gli accompagnamenti alla frontiera eseguiti dalla questura di Como.