Como, raffica di espulsioni in pochi giorni: ecco perché

Accompagnati alla frontiera due donne cinesi, due marocchini e un tunisino

Uno straniero accompagnato dalla polizia in aeroporto

Uno straniero accompagnato dalla polizia in aeroporto

Como, 19 aprile 2024 –  Due cittadine cinesi di 61 e 54 anni, irregolari, in Italia da più di dieci anni senza aver mai richiesto il permesso di soggiorno, e destinatarie di altrettanti provvedimenti di espulsione mai ottemperati, sono state accompagnate alla frontiera dagli agenti della questura di Como.

Una volta scoperte, le due donne sono state raggiunte da un nuovo provvedimento di espulsione del prefetto di Como e dal successivo ordine di accompagnamento alla frontiera emesso dal Questore: portate a Milano Malpensa e imbarcate su un volo per Pechino. Espulsione e imbarco anche per due cittadini marocchini, uno dei quali, 30 anni, arrestato dalla squadra volante e condannato dal Tribunale di Como per rapina impropria, giudicato pericoloso per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Stessa sorte per un connazionale di 24 anni senza fissa dimora, arrestato dai carabinieri di Cantù per furto aggravato in un negozio di articoli sportivi e condannato. Questa settimana, è stata inoltre eseguita l’espulsione di un cittadino tunisino di 28 anni senza fissa dimora e irregolare, controllato dalle Volanti in centro a Como, accompagnato al Cpr di Milano in attesa del suo definitivo rimpatrio.