Violenze contro i bimbi a Cernobbio, maestra d’asilo condannata per maltrattamenti

La Corte di appello ha confermato la sentenza di primo grado. Nell’inchiesta della procura di Como, era emerso che la donna aveva schiaffeggiato e strattonato dei bambini

Le maestre sono state intercettate dagli inquirenti per due mesi

Le maestre sono state intercettate dagli inquirenti per due mesi

È stata condannata a un anno e quattro mesi di carcere la maestra d’asilo di Cernobbio che ha maltrattato dei bimbi che erano sotto la sua custodia. La sentenza è stata pronunciata dalla prima sezione penale della Corte d’appello di Milano, che ha ridotto la precedente pena di due anni che era stata inflitta alla donna con rito abbreviato (rito che già prevede la riduzione di un terzo della pena).

La maestra, che ha 54 anni, era indagata dalla procura di Como in un’inchiesta aperta a marzo del 2019 che aveva portato all’arresto anche di un’altra educatrice che lavorava nello stesso asilo nido. Le due donne, secondo l'accusa, si sono rese responsabili di maltrattamenti ai danni di bambini di un’età compresa fra i 3 e i 18 mesi, strattonandoli per le braccia, schiaffeggiandoli e urlando contro di loro. La cinquantaquattrenne, a differenza della collega che aveva ammesso le proprie responsabilità, si è sempre dichiarata innocente.

Insieme alla condanna, i giudici hanno stabilito un risarcimento di 1.560 euro per le famiglie dei bimbi maltrattati, assistite dagli avvocati Vittorio Tusa e Simone Dotti, e di 1.200 euro per il Comune di Cernobbio, a sua volta parte civile nel processo con il legale Edoardo Pacia.