In seguito alle nuove restrizioni che hanno trasformato la Lombardia in "zona rossa" i commercianti del gruppo alimentaristi di Confcommercio Como hanno deciso di riattivare la consegna della spesa a domicilio di generi alimentari e beni di prima necessità su tutto il territorio lariano. "Abbiamo ripristinato il servizio di consegna della spesa a domicilio – spiega il presidente del gruppo alimentaristi di Confcommercio Como, Mauro Longoni - per tutti coloro che si trovano costretti a casa in quarantena, per le persone anziane o semplicemente per tutti coloro vogliono limitare gli spostamenti. In diversi casi il servizio non era mai venuto meno ed era proseguito anche durante l’estate". Ovviamente anche nel caso di consegne a domicilio è fondamentale mantenere almeno un metro di distanza; privilegiare, se possibile, i pagamenti on line e con la prescrizione specifica di evitare che il momento della consegna preveda contatti personali. "I negozi di vicinato stanno dimostrando ancora una volta il loro impegno e la loro professionalità portando la spesa a casa a chi per scelta o per necessità non può uscire – sottolinea il direttore di Confcommercio Como, Graziano Monetti - È importante sostenere queste piccole realtà da sempre al centro della vita economica di ogni quartiere perché sono il cuore pulsante delle nostre città". Sono pronti ad effettuare la consegna a domicilio dei loro prodotti anche gli esercenti del mercato coperto di Como, che si sono organizzati.