Quotidiano Nazionale logo
18 feb 2022

Rapine e furti nei supermercati Arrestati 5 uomini e 2 donne

Sono ritenuti responsabili di undici colpi messi a segno in Brianza nel corso di un anno

paola pioppi
Cronaca
I carabinieri all’esterno di uno dei punti vendita che sono stati presi di mira dalla banda
I carabinieri all’esterno di uno dei punti vendita che sono stati presi di mira dalla banda
I carabinieri all’esterno di uno dei punti vendita che sono stati presi di mira dalla banda

di Paola Pioppi Quando si è piegato per raccogliere il bottino, durante la rapina del 6 febbraio dello scorso anno nel negozio Maxizoo di Saronno, quasi 3.000 euro di bottino, il bandito ha mostrato alla telecamera il suo fondoschiena che sbucava dai pantaloni e un frammento dell’ampio tatuaggio che si snodava per tutta la schiena. Quel fotogramma è uno degli elementi che hanno portato in carcere Mauro Conte, 30 anni di Rho, al termine di un’indagine condotta dai carabinieri di Cantù, che ha ricostruito le composizioni variabili di una banda di sette rapinatori, responsabile dei colpi realizzati in un anno tra Cantù, Montano Lucino, Lissone, Appiano Gentile, Giussano e Segrate. Assieme a lui, l’ordinanza di custodia cautelare, chiesta dal sostituto procuratore di Como Simona De Salvo ed emessa dal gip Carlo Cecchetti, ha raggiunto Antonio Di Fazio, 48 anni (che si trovava agli arresti domiciliari) e Marianna Bellavista, 40 anni, entrambi di Mariano Comense, Maurizio Cocciolo, 45 anni di Rho, Gaetana Cimino, 53 anni di Lissone, Luca Rigon, 19 anni di Limbiate, e Eduart Mastrangioli Arapi, 42 anni di Sulmona A loro vengono attribuite, a vario titolo, undici rapine commesse tra dicembre 2020 e maggio 2021, quasi sempre utilizzando una pistola per minacciare le vittime, cassiere o commessi dei negozi, obbligandoli ad aprire le cassaforti, dove presenti, e col volto coperto da mascherine chirurgiche. A Conte, assieme alla Cimino, è attribuita anche la rapina da 3.300 euro realizzata il 31 gennaio 2021 al Maxizoo di Cantù. Da queste prime rapine commesse nel Canturino, i carabinieri sono partiti nell’identificazione dei responsabili, arrivando a individuare un sistema di composizioni variabili tra gli indagati. Il 3 dicembre 2020, all’Md di Montano Lucino, 5.900 euro di bottino; all’In’s di Cantù il 13 gennaio successivo; il Maxizoo di Lissone il 16 marzo, 4.300 euro di bottino; il 6 aprile ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?