Menaggio (Como), 25 febbraio 2018 - Troppo pochi dieci studenti iscritti al primo anno dell’indirizzo Costruzioni Ambiente e Territorio, l’ex-geometri, dell’Istituto Vanoni di Menaggio, così gli studenti del lago rischiano di doversi spostare tutti i giorni a Como o addirittura a Erba. «Riteniamo doveroso richiedere all’Ufficio Scolastico provinciale di Como di rivedere la decisione di negare l’istituzione della classe prima e difendere la possibilità degli alunni di frequentare il primo anno di Cat il prossimo anno scolastico – spiega Rosaria Maietta, segretaria provinciale della Flc Cgil . Se la scelta dovesse essere confermata, ci troveremmo di fronte a un impoverimento dell’offerta didattica del territorio e sarebbe negata la richiesta di iscrizione di una decina di alunni provenienti da tutto il territorio limitrofo: Menaggio, Val d’Intelvi, Porlezza, l’Alto lago, Bellagio, Lezzeno e Varenna.

Questi alunni non hanno un altro istituto per geometri a distanze ragionevolmente gestibili. Possiamo solo immaginare che gli alunni, piuttosto di viaggiare per ore per raggiungere istituti distanti, rinuncino a diventare geometri nonostante si tratti di un percorso formativo che offre consistenti sbocchi lavorativi proprio nel loro territorio». Per questo il sindacato ha chiesto al provveditorato di concedere una deroga e permettere all’istituto di aprire una classe mista, dove gli studenti potranno essere raggruppati e seguire due indirizzi. «La proposta viene dai docenti dell’istituto che propongono di creare una classe articolata che metterebbe insieme due diversi corsi e darebbe agli alunni la possibilità di diventare geometri al Vanoni.