PAOLA PIOPPI
Cronaca

Como, guardia giurata denunciata per aver chiesto il green pass a un avvocato

Il giudice archivia: "Sarebbe stata auspicabile la piena collaborazione da parte di ciascun membro della collettività"

La sentenza in Tribunale a Como

La sentenza in Tribunale a Como

Como, 5 ottobre 2023 – “Una condotta grave, per il disagio e la grave umiliazione arrecate alla parte offesa, ma anche per il danno arrecato all’intera popolazione”. Motivazioni con le quali l’avvocato Carlo Florio del Foro di Bergamo, aveva denunciato per violenza privata e usurpazione di funzioni pubbliche, una guardia giurata in servizio in Tribunale a Como l’11 gennaio 2022 che, in osservanza delle disposizioni di Procuratore Capo e Presidente del Tribunale, vigilava che l’accesso al palazzo avvenisse previa misurazione della temperatura corporea ed esibizione del green pass, in entrambi i casi passando dall’apposito apparecchio.

Una denuncia che ora il Gup Carlo Cecchetti, accogliendo la richiesta dello stesso pubblico ministero e del difensore, avvocato Livia Zanetti, ha archiviato, ritenendo non fondate le accuse giunte dal professionista. "Rammentando le difficoltà legate al periodo dell’emergenza sanitaria – scrive il giudice - con particolare riguardo alla gestione degli accessi dei vari uffici, sarebbe stata auspicabile la piena collaborazione da parte di ciascun membro della collettività”. Nelle sue argomentazioni il querelante definiva l’uso del green pass “mezzo coercitivo di un surrettizio obbligo vaccinale”, sostenendo “l’irrazionalità e pericolosità della normativa emergenziale”.