Gambizzato nel bosco. Quarantenne ferito a colpi di pistola. L’ombra dello spaccio

Bregnano, i carabinieri sospettano un regolamento di conti

Gambizzato nel bosco. Quarantenne ferito a colpi di pistola. L’ombra dello spaccio

Gambizzato nel bosco. Quarantenne ferito a colpi di pistola. L’ombra dello spaccio

È stato trovato ferito a terra, lungo la strada, raggiunto da un colpo di arma da fuoco. Il ferito è un uomo di 40 anni di origine marocchina, residente in provincia di Pavia, raggiunto da uno sparo a una natica. È stato trovato ieri pomeriggio alle 17.30 a Bregnano, in via Mazzini. Cosa sia accaduto è tutto da ricostruire. L’uomo non risulta avere precedenti penali legati all’ambiente dello spaccio, ma le indagini procedono comunque in quella direzione, per le modalità dell’aggressione e perché il luogo in cui è stato trovato il ferito, pare scaricato da un’auto, è a poca distanza da una zona boschiva nota per queste attività. Rimane da capire se il ferimento sia avvenuto effettivamente in zona, o se l’uomo abbia avuto una discussione o punizione in altra zona, e sia stato portato fino a Bregnano. All’interno dei boschi, negli ultimi mesi le zone utilizzabili con piazze per ricevere i clienti si stanno ridimensionando e rimappando, e la lite potrebbe essere scaturita da problemi connessi alla spartizione delle aree.

L’altra possibilità è che il quarantenne possa aver commesso un errore, o fatto qualcosa che non doveva. Al momento lui non ha risposto ad alcuna domanda, in attesa che venga stabilizzato e che possa parlare con i carabinieri: i medici lo hanno ricoverato con prognosi riservata, ma è sempre stato cosciente. Nel frattempo le indagini stanno procedendo innanzi tutto acquisendo i passaggi di auto dai varchi con impianti di lettura targhe della zona, e cercando testimoni - a partire dal trasporto in auto - che possano aver notato qualche dettaglio.

Paola Pioppi