Fermato al casello al volante di un’auto. Ragazzo in carcere: trasportava droga e soldi

Anwar Adar, 18 anni di Milano, è stato arrestato per detenzione di droga ai fini di spaccio. Durante un controllo stradale, la polizia ha trovato un chilo e 600 grammi di marijuana e 600 grammi di hashish nel suo veicolo. Adar è in attesa dell'interrogatorio di convalida per spiegare il possesso della droga.

Quando la Polizia Stradale di Busto Arsizio lo ha fermato per un controllo di routine, uno degli agenti ha subito notato il sacchetto appoggiato sul sedile del passeggero, il cui contenuto meritava di essere approfondito.

Che poco dopo ha condotto in carcere Anwar Adar, diciottenne di Milano, accusato di detenzione di droga ai fini di spaccio. Giovedì sera verso le 20 guidava una Fiat 500 arrivata alla barriera autostradale di Gallarate Ovest. Gli agenti gli hanno chiedendo i documenti, ma poi l’occhio è caduto su quella busta della spesa, di cui hanno voluto accertare il contenuto: al suo interno, sono stati trovati diversi involucri di droga.

Tre confezioni di marijuana chiuse ermeticamente, per un totale di un chilo e 600 grammi, oltre a 600 grammi di hashish in un altro sacchetto. Il diciottenne aveva inoltre con sé quasi 8000 euro in contanti, in banconote di vario taglio. Su disposizione del magistrato di turno della Procura di Busto Arsizio, Carlo Alberto Lafiandra, Adar è stato arrestato in flagranza di reato e portato in carcere, dove è in attesa dell’interrogatorio di convalida. Assistito dall’avvocato Alessandra Bigliani di Milano, dovrà decidere se rispondere alle domande del giudice e dare una spiegazione del possesso di quella droga, indicandone provenienza e destinazione o altre circostanze di interesse. Oppure se, al contrario, avvalersi della facoltà di non rispondere.

Atteggiamenti che contribuiranno a valutare l’adozione, da parte del giudice, di eventuali misure cautelari.

Pa.Pi.