Adescò e molestò un ragazzino di 11 anni: arrestato dagli agenti della polizia di frontiera a Ponte Chiasso

Il 26enne è stato estradato dalla Svizzera in seguito all’ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Bari

La dogana di Ponte Chiasso

La dogana di Ponte Chiasso

Como – Aveva adescato un ragazzino di appena 11 anni e lo aveva molestato a casa sua e anche in videochiamata. Per questo motivo un uomo di 26 anni adesso è stato estradato dalla Svizzera e arrestato dagli agenti della Polizia di Frontiera di Como Ponte Chiasso in quanto colpito da un ordine di carcerazione, e per questo ricercato in ambito Schengen, emesso il 13 dicembre 2022 dalla Procura generale di Bari.

Deve scontare 3 anni e 7 mesi per violenza sessuale aggravata, corruzione di minorenne e adescamento di minorenni. I fatti sono avvenuti ai danni di un 11enne dal 2016 al 2019 in provincia di Bari. L'arrestato, all'epoca 22enne, era introdotto in un gruppo di ragazzi che si ritrovava in città per praticare skateboard e bmx (le acrobazie in bicicletta). Era riuscito ad adescare il minore attirandolo a casa sua e, continuando a comunicare con il ragazzino attraverso WhatsApp, a molestarlo anche in videochiamata. A seguito del mandato di arresto europeo è stato rintracciato in Svizzera dalle Autorità elvetiche, catturato ed estradato in Italia dove è in carcere.