ROBERTO CANALI
Cronaca

Costruito a pochi passi dal Santuario dei Ghirli, la storia del palazzo della discordia che fa litigare Svizzera e Ue

Dopo il Fai la questione è finita anche sui tavoli della Commissione Europea

Il condominio di Bissone sorge in territorio Svizzero, ma si trova a pochi passi di distanza dal cimitero di Campione d’Italia e dal Santuario della Madonna dei Ghirli, bene tutelato dal Fai

Il condominio di Bissone sorge in territorio Svizzero, ma si trova a pochi passi di distanza dal cimitero di Campione d’Italia e dal Santuario della Madonna dei Ghirli, bene tutelato dal Fai

Campione d’Italia (Como) – Sta assumendo i contorni di un vero e proprio incidente internazionale il caso del condominio costruito a Bissone, in Canton Ticino, a pochi metri di distanza dal cimitero di Campione d’Italia e soprattutto del Santuario di Santa Maria dei Ghirli, già censita tra le proprietà del monastero benedettino di Sant’Ambrogio di Milano in documenti che risalgono all’874. Anche se i lavori dell’edificio sono ormai conclusi le polemiche sono nel vivo e il caso è destinato a finire anche all’attenzione dell’Ue.

«Interrogherò gli uffici competenti a Bruxelles e la Commissione Eu al fine di risolvere la questione del confine che vede ovviamente l’Europa responsabile di una eventuale decisione con uno stato che non è membro, la Svizzera - spiega Carlo Fidanza, capo delegazione di Fratelli d’Italia al Parlamento europeo - Dal 1 gennaio del 2020 il territorio del paese è stato incluso nello spazio economico doganale europeo e quindi toccherò all’Ue interpellare la Svizzera". La vicenda nelle scorse settimane era già stata segnalata al Fai, il Fondo Ambiente Italiano, dai due consiglieri di minoranza Simone Verda e Gianluca Marchesini di Campione 2.0.

«È in corso di ultimazione un condominio costruito a ridosso della linea di confine, la linea corre lungo il muro del cimitero del Santuario - hanno denunciato - La costruzione, secondo le norme italiane, pare non rispettare una fascia disabitata con funzione di isolamento, tanto più necessaria in relazione alla straordinaria importanza, storica e artistica, del Santuario, le cui origini risalgono agli ultimi anni del Regno Longobardo. L’amministrazione comunale di Campione d’Italia preferisce non prendere posizione, per questo il nostro gruppo dell’opposizione consiliare avverte il dovere di informarla oltre che chiederle una valutazione e se possibile una presa di posizione". In attesa di sviluppi intanto a Bissone il cantiere per la costruzione del nuovo condominio di lusso vista lago prosegue e si avvia al termine, con buona pace delle protesta degli italiani.