Como, il corteo dei giostrai sfila in centro città: “manifestazione per rivendicare il diritto al lavoro”

Mezzi pensanti, motrici e furgoni in movimento: “Non possiamo accettare di cancellare 100 anni di tradizione del luna park, senza almeno far sentire la nostra voce”

Como, 15 marzo 2024 – Un corteo di più di trenta motrici, furgoni e mezzi pesanti, è sfilato per il centro città di Como oggi verso le 14, come ampiamente annunciato, “non per far festa ma per rivendicare il diritto al lavoro”, come hanno sottolineato i sindacati nell’annunciare l’iniziativa.

Como, protesta dei lavoratori luna park
Como, protesta dei lavoratori luna park

“Ricordiamo – spiega Vincenzo La Scala segretario amministrativo della Snisv Felsa Cisl, il sindacato nazionale italiano spettacoli viaggianti e componente della Commissione Tecnica del Luna Park - che la vicenda ha avuto inizio nel marzo dello scorso anno quando, con una delibera di Giunta, il Comune ha deciso, di fatto cancellando una storia lunga quasi cento anni, di ridurre lo spazio a disposizione delle giostre dai 28mila metri quadrati tradizionalmente utilizzati a poco più di 4500. Il tutto senza una motivazione precisa Noi non chiediamo altro che dare continuità ad una storia ormai centenaria. Ricordiamo che il Luna Park di Como nel periodo pasquale impegna 58 famiglie e dà lavoro a circa 250 persone”.

Il provvedimento della Giunta assegnava lo spazio per 7 giostre, più uno per la ristorazione, rispetto alle 64 di prima, a cui si aggiungevano cinque banchi gastronomici.

Sarebbe stato assurdo – prosegue La Scala - per noi partecipare al nuovo bando, che avrebbe significato metterci l’uno contro l’altro. Chiediamo alla città che crede nel Luna Park di partecipare alla nostra protesta, scusandoci per i disagi arrecati”.

Il traffico in centro città è stato parzialmente deviato, dove possibile, e bloccato per una quindicina di minuti al momento del passaggio del corteo. Partito dall’area tradizionalmente destinata al Luna Park, nell'ex Piazza d'Armi in via Sportivi Comaschi, alle 13, è sceso da via Napoleona, e poi lungo via Milano, via Nazario Sauro, con transito davanti al Comune, per arrivare in piazza Cavour. Da qui, Lungo Lario Trento, e viale Roosevelt per tornare al punto di partenza, continuando lungo questo circuito, concordato con la Questura, fino alle 16.

“Cari cittadini – hanno scritto nel volantino distribuito ai passanti – ci dispiace creare qualche inconveniente, ma siamo costretti a dover rivendicare il nostro diritto al lavoro, che il sindaco arbitrariamente ci ha negato. Non possiamo accettare di cancellare 100 anni di tradizione del luna park a Como, senza almeno far sentire la nostra voce”.