Arrestato dai carabinieri
Arrestato dai carabinieri

Cabiate (Como), 23 gennaio 2021 – La piccola Sharon era morta la sera dell’11 gennaio scorso, a 18 mesi di età: era in casa con il compagno della madre, che aveva chiamato i soccorsi dicendo che la bimba aveva perso conoscenza dopo essere stata colpita alla testa da una stufetta elettrica caduta da un mobiletto. Ma questa mattina l’uomo, 25 anni, è stato arrestato dai carabinieri della Tenenza di Mariano Comense, accusato di morte derivante da maltrattamenti e da violenza sessuale. L’autopsia, svolta da medico legale di Bergamo, dopo la piccola era morta, il trasporto all’ospedale Papa Giovanni in condizioni drammatiche, ha evidenziato una quantità di lesioni compatibili con traumi contusivi in diverse zone del corpo, oltre a lacerazioni delle zone genitali. Su richiesta del sostituto procuratore di Como Antonia Pavan, il gip Andrea Giudici ha emesso la misura cautelare.