Caino, motociclista ucciso da drogato al volante: chiesto giudizio immediato

Stando a una consulenza del pm, il furgone invase la corsia di marcia sulla quale viaggiava la moto

I mezzi coinvolti nell'incidente mortale a Caino (Brescia) dell'11 agosto 2023

I mezzi coinvolti nell'incidente mortale a Caino (Brescia) dell'11 agosto 2023

Caino (Brescia), 20 dicembre 2020 – Chiesto il giudizio immediato per Cristian Fregoni, il 48enne pregiudicato che lo scorso 11 agosto a Caino mentre era al volante di un Fiorino travolse e uccise il motociclista Marco Pancaldi, 30 anni, di Montichiari. Una consulenza del sostituto procuratore Carlo Pappalardo avrebbe infatti avvalorato la prima ipotesi formulata dai carabinieri: a compiere un'invasione di corsia sulla Statale 237 sarebbe stato proprio il furgoncino, che piombò in velocità sul centauro sbalzandolo di sella e uccidendolo sul colpo.

L'uomo al volante, vari precedenti, era peraltro risultato positivo a varie sostanze stupefacenti (cannabinoidi, cocaina, metadone, oppiacei). Fu arrestato per omicidio stradale, e si trova tuttora ai domiciliari. Ora la parola passerà al gip, che dovrà pronunciarsi sull'istanza della procura. In caso di accoglimento, l'imputato andrà direttamente a processo saltando il passaggio dell'udienza preliminare.