Salò, perseguita l’ex fidanzata e la segue in caserma per impedirle di denunciarlo: arrestato

L’uomo, di 45 anni, è stato accusato di stalking e il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere. La loro relazione era finita da mesi

Nei casi di violenza contro le donne le forze dell'ordine possono attivare il "codice rosso"
Nei casi di violenza contro le donne le forze dell'ordine possono attivare il "codice rosso"

Un uomo di 45 anni è stato arrestato a Salò, in provincia di Brescia, per aver perseguitato per mesi l’ex fidanzata. La donna ha subito uno stalking continuo attraverso messaggi, telefonate e pedinamenti, finché lui è arrivato persino a seguirla dentro la caserma dei carabinieri dove la vittima era andata proprio per denunciarlo.

La relazione tra loro era finita da diversi mesi, ma lui non aveva accettato la separazione. Lei, esasperata dalle persecuzioni dell’uomo, lo ha denunciato a la sua denuncia è stata raccolta da una carabinera, che attivato il “codice rosso” (ovvero la procedura normativa creata a tutela delle donne vittime di violenza).

Proprio in quel momento, in caserma si è presentato il quarantacinquenne che ha chiesto di parlare con la sue ex alla quale, nel frattempo, aveva continuato ad inviare messaggi allo scopo impedirle di formalizzare le accuse a suo carico.

I militari sono intervenuti e così l’uomo è stato arrestato per stalking in flagranza. Il giudice per le indagini preliminari ha convalidato l'arresto e disposto la custodia cautelare in carcere.