BEATRICE RASPA
Cronaca

Pralboino, ladri in chiesa: spariti candelabri, lampade in ottone e acquasantiere

Furto sacrilego in Santa Maria degli Angeli: indagano i carabinieri. I malviventi avrebbero divelto gli ingressi posteriori per fare irruzione nel luogo sacro

La chiesa di Santa Maria degli Angeli

La chiesa di Santa Maria degli Angeli

Pralboino, 17 giugno 2024 – Candelabri, lampade di ottone, offerte dei fedeli. Tutto sparito. È l’amara sorpresa che hanno fatto i volontari nella chiesa Santa Maria degli Angeli di Pralboino, presa di mira da ignoti malviventi che l’hanno letteralmente saccheggiata. I ladri si sarebbero introdotti dal retro, penetrando dagli ingressi posteriori, che non a caso sono stati trovati divelti. Una volta all’interno, i banditi hanno arraffato senza scrupolo tutto quanto potesse avere un minimo di valore, mettendo anche a soqquadro la sagrestia. Tra gli oggetti rubati, appunto, i candelabri, le acquasantiere, i microfoni, le offerte.

Il furto ha suscitato profondo sdegno tra i fedeli e nell’associazione “Amici della chiesa Santa Maria degli Angeli“, la onlus che si occupa di promuovere la tutela del piccolo luogo sacro la cui consacrazione risale alla fine del XV secolo. Sull’episodio indagano i carabinieri, ma non sarà facile identificare gli autori del furto, non essendoci testimoni né telecamere. Il prossimo 2 agosto, in concomitanza con una festa del paese, saranno raccolti fondi per ripararare i danni e, appunto, dotare la chiesetta di un sistema di videosorveglianza.

Intanto la presidente dell’associazione, Maria Teresa Vivaldini - già sindaco di Pavone Mella e ora europarlamentare, fresca di elezione - lancia un appello: "I parroci se possono ci donino candelabri e suppellettili”.