Gussago, foreign fighters reclutati per combattere nel Donbass: condannata ex infermiera

La donna, 66 anni, si è sempre proclamata innocente. Inviati in Procura gli atti per indagare i soldati: avrebbero fornito in aula versioni false dei fatti contestati alla donna

Miliziani filorussi in Donbass (Archivio)

Miliziani filorussi in Donbass (Archivio)

Gussago, 30 novembre 2023 – Romana Mengaziol, 66 anni, originaria del Piemonte e residente a Gussago, è stata condannata a 5 anni di reclusione al termine del processo di primo grado che l'ha vista accusata di aver reclutato tre combattenti per milizie filo-russe in Ucraina, in particolare nel Donbass, nel febbraio del 2015.

Con la sentenza sono stati inviati gli atti in Procura per indagare i tre foreign fighters per falsa testimonianza. In aula fornirono versioni discordanti tra loro e tentarono di smontare l'ipotesi accusatoria.

L’avvocato dell’ex infermeria, Christian Beatrici, aveva chiesto l’assoluzione della donna, sostenendo che non avesse reclutato alcuno e che non ci fosse traccia di soldi che potessero provare un suo coinvolgimento in operazioni del genere. Una linea respinta dai giudici. 

Fino a qualche anno fa, l'imputata era titolare di un'azienda di diritto britannico attiva nell'ambito della sicurezza internazionale.