Brescia, bomba vicino alla ferrovia: predisposto il piano per farla brillare

L’ordigno da 500 libbre di fabbricazione americana sarà rimosso il 14 gennaio 2024 e portato in una cava di Ghedi

Ordigno bellico. Foto di repertorio Germogli

Ordigno bellico. Foto di repertorio Germogli

Brescia –  Si è tenuta questo pomeriggio in Prefettura la riunione del Tavolo di Coordinamento per il brillamento dell’ordigno bellico trovato il 13 dicembre scorso vicino ai binari della ferrovia in via Vergnano a Brescia. Si tratta di una bomba d’aereo da 500 libbre di fabbricazione americana, simile a quella che era stata ritrovata pressoché nello stesso luogo a settembre scorso e che era stata fatta brillare lo scorso 22 ottobre.

All’incontro di oggi hanno preso parte tutti i soggetti istituzionali che saranno interessati nelle operazioni di bonifica, tra cui Regione Lombardia, i Comuni di Brescia e Ghedi, le Forze dell’ordine e in particolare Polizia Ferroviaria e Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco, le Aziende Sanitarie, 112 e 118, la Croce Rossa Militare, nonché le Società di gestione delle Ferrovie, di acqua, luce e gas e dei trasporti. Il 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona ha illustrato come si svolgeranno le operazioni di bonifica, che seguiranno procedure analoghe a quelle già sperimentate pochi mesi fa. La bomba verrà disinnescata sul posto, dopo che il Genio Guastatori avrà costruito un’opera di contenimento per ridurre il raggio della zona che dovrà essere interdetta alla cittadinanza. Poi l’ordigno sarà trasportato presso una cava nel Comune di Ghedi, dove sarà fatto brillare in sicurezza.

Le operazioni verranno effettuate domenica 14 gennaio 2024. Il Comune di Brescia provvederà a informare la popolazione e a predisporre ogni necessario supporto per le persone che dovranno momentaneamente allontanarsi dalle proprie abitazioni poste vicino al luogo di ritrovamento dell’ordigno.