Quotidiano Nazionale logo
23 feb 2022

Automobilisti graziati dal lockdown Multe crollate del 30% nel 2020

La ridotta mobilità ha ridotto sensibilmente i proventi delle sanzioni passati da 223 a 153 milioni di euro. La maggior parte delle infrazioni è per eccesso di velocità, seguono mancato uso delle cinture e cellulare

federica pacella
Cronaca

di Federica Pacella Covid-19 da una sforbiciata alle multe. Nel complesso, nel 2020 i 12 capoluoghi lombardi hanno messo a bilancio, tra le entrate, 153,4 milioni di euro, contro i 223,6 milioni del 2019, oltre il 30% in meno. Poiché la maggior parte degli introiti derivano da sanzioni per la violazione del codice della strada, il calo può essere letto come conseguenza delle limitazioni alla mobilità per effetto del lockdown, che ovviamente ha ridotto le possibilità di infrangere le regole da parte dei cittadini. Sebbene la funzione primaria delle sanzioni sia soprattutto quella di scoraggiare gli illeciti, non sfugge che, nell’economia dei conti pubblici, il calo delle molte non è necessariamente una bella notizia. Per quanto la voce di multe e sanzioni non rappresenti un’entrata importante come quella delle tasse e delle imposte, ha comunque un peso importante all’interno delle casse dei Comuni. Il “tonfo“ più grande, in valore assoluto, lo si registra nel Comune di Milano, che è anche quello che incassa di più in Lombardia, al secondo posto in Italia dopo Roma, secondo i dati elaborati da Openpolis sulla base dei bilanci di tutti i Comuni italiani. Il capoluogo lombardo è passato dai 178,5 milioni di euro del 2019 si è passati ai 121,2 del 2020. Il trend, in realtà, era già in calo anche negli anni precedenti: dal 2016 al 2020 si è registrata infatti una diminuzione del 25,62%. In regione, dopo Milano segue Brescia con poco più di 8 milioni di multe e sanzioni (erano 11,3 milioni nel 2019), e Bergamo con 5,1 milioni (erano 8,5 nel 2019). La classifica cambia quando si guardano le entrate pro-capite. Al primo posto dei capoluoghi lombardi resta sempre Milano con 86,72 euro pro-capite. A seguire si trova Mantova con 59,62 euro di sanzioni pro-capite e Bergamo al terzo posto con 43,07. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?