Alessandro Piccinelli trovato morto. Era andato a pescare nel Bondione

Aveva 54 anni, abitava a Curno e aveva trascorso la giornata di Pasqua nella casa di villeggiatura a Lizzola

Uomini del soccorso alpino (foto d'archivio)

CARDINI LECCO = INTERVENTI DEL SOCCORSO ALPINO - ARCHIVIO

Il giorno di Pasqua era uscito per una battuta di pesca e non ha più fatto ritorno a casa. Il corpo senza vita di Alessandro Piccinelli, 54 anni, residente a Curno, è stato trovato nella tarda serata di domenica a Lizzola in Alta Valle Seriana, dove aveva la sua casa di villeggiatura, in via Manina.

A dare l’allarme sono stati i famigliari, spaventati per il suo mancato rientro. Intorno alle 21 di domenica sono scattate le ricerche che hanno visto impegnati una decina di tecnici della stazione del Soccorso alpino di Valbondione. Sul posto anche i vigili del fuoco e il personale sanitario del 118. Intorno alle 23.30 di domenica gli uomini impegnati nelle ricerche hanno trovato il corpo del 54 enne nel torrente Bondione, tra la località Piane e Lizzola.

Difficile stabilire cosa sia successo. Potrebbe essere scivolato e caduto nell’acqua, oppure aver accusato un malore. La salma è stata composta nella camera mortuaria a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa di sapere se verrà disposta l’autopsia per far piena luce sulle cause del decesso.