Milano, 21 aprile 2017 - Momenti di tensione in piazza Duca d'Aosta, davanti alla stazione Centrale di Milano, dove alcuni extracomunitari che soggiornano abitualmente nei giardinetti avrebbero tentato di aggredire i militari impegnati nel pattugliamento della città nell'ambito dell'operazione "Strade sicure". Sul piazzale sono accorsi numerosi poliziotti e carabinieri, a presidiare l'area. 

Secondo una prima ricostruzione, un giovane africano che soffre di problemi psichici avrebbe avvicinato un militare aggredendolo verbalmente e mettendogli le mani addosso, sul petto, all'altezza dell'arma. Il soldato ha tentato di allontanare l'africano il quale avrebbe reagito con calci e pugni. A quel punto è intervenuta una pattuglia dei carabinieri che, dopo una breve colluttazione, è riuscita a far salire lo straniero sulla gazzella per portarlo in caserma e identificarlo. Si è poi scoperto essere un 27enne senegalese, titolare di permesso di soggiorno per motivi umanitari, segnalato in banca dati per violazione della normativa sugli stupefacenti. Nel frattempo si era però radunato un capannello di curiosi e fra questi anche due extracomunitari che avrebbero cominciato a insultare e lanciare oggetti nei confronti dei militari. Il soldato e un carabiniere sono rimasti contusi. 

In serata, la Questura ha reso noto che per il senegalese verrà attivata in via d'urgenza, presso la Commissione territoriale per il Riconoscimento della protezione Internazionale, la procedura di revoca del permesso di soggiorno.