ROSELLA FORMENTI
Cronaca

Aggressioni nei sottopassi, inseguimenti con il machete: la stazione di Saronno è terra di nessuno

Raffica di episodi di microcriminalità: il prefetto Salvatore Pasquariello ha scritto una lettera al ministero dell’Interno, sollecitando l’apertura di un posto di polizia ferroviaria

Controlli in zona stazione a Saronno (Archivio)

Controlli in zona stazione a Saronno (Archivio)

Saronno, 13 novembre 2023 – Controlli in stazione e in centro città a Saronno. In azione carabinieri e Polizia locale, che hanno controllato circa 20 persone, 7 fotosegnalate e 5 segnalate come assuntori di stupefacenti poiché trovati in possesso di modiche quantità di droga, due denunciati. Sono stati impegnati nei controlli i militari della compagnia di Saronno e del Nucleo cinofili con i cani antidroga e gli agenti della Municipale.

L’altra sera in stazione un’altra rapina, che richiama l’attenzione sullo scalo e sollecita l’istituzione di un presidio fisso della Polizia ferroviaria, come richiesto in una lettera agli Interni dal prefetto di Varese Salvatore Pasquariello. Momenti di paura per un viaggiatore che era in attesa del Malpensa Express: nel sottopasso è stato aggredito da uno sconosciuto che lo ha rapinato del portafogli ed è fuggito.

Brutta avventura anche per un minorenne, preso di mira intorno alle 20 sul Saronno-Milano da tre giovani, sembra stranieri, che l’hanno minacciato per fargli consegnare il portafogli. Il ragazzino è sceso a Bollate mentre il terzetto ha continuato il viaggio in treno, dove prima avevano già minacciato un altro viaggiatore, derubato di telefonino e soldi.

L’allarme sicurezza in stazione è stato argomento della lettera che il prefetto ha inviato agli Interni, resa nota dal sindaco Augusto Airoldi. Tra i problemi, lo spaccio. Ha scritto Pasquariello: "Una delle zone interessate dallo spaccio è collocata alle spalle del sedime ferroviario, il che comporta riflessi anche dentro allo scalo", sottolineando "la contrapposizione in atto tra bande di spacciatori con inseguimenti tra persone armate di machete sui binari. La stazione di Saronno è la terza per traffico di tutta la Lombardia, con oltre 600 treni in transito e 28mila passeggeri ogni giorno. Serve quindi un presidio fisso della Polizia ferroviaria".