Sottopasso di Sant’Anna. Otto milioni e mezzo per collegare il quartiere. Protesta ambientalista

L’inaugurazione dell’opera che punta a migliorare la viabilità

Un’opera attesa da anni è stata inaugurata a Busto Arsizio. È infatti realtà il sottopasso che collega il quartiere di Sant’Anna a quello di Beata Giuliana, migliorando la viabilità di tutta la zona nord della città. Ma prima del taglio del nastro e dei discorsi di rito, che si sono svolti ieri in tarda mattinata, c’è stato il momento della protesta. Sull’asfalto della nuova strada e sul muro adiacente sono infatti apparse scritte realizzate con lo spray, per contestare il Comune e la Regione: "Fontana e Antonelli latrine. Più alberi meno cemento". E poi ancora: "Qui una volta c’erano alberi. Ora solo cemento e speculazione". A completare il tutto un mucchio di letame sparso sulla carreggiata.

Alla protesta è giunta la pronta risposta da parte del primo cittadino Emanuele Antonelli durante la cerimonia di inaugurazione. "Si lamentano perché abbiamo tagliato qualche albero, ma non capiscono che con questa opera l’inquinamento diminuirà di molto perché migliorerà la viabilità e non sanno che pianteremo molti più alberi di quelli che c’erano e che abbiamo bonificato, sostenendo costi molto elevati, la zona boschiva piena di eternit", ha osservato il sindaco, che ha chiesto di non rimuovere i graffiti proprio per stigmatizzare il gesto. Il governatore Attilio Fontana non è potuto intervenire, ma la Regione è stata rappresentata dal consigliere Emanuele Monti che ha ricordato come Palazzo Lombardia abbia contribuito con 2 milioni e 600mila euro per realizzare le strade di collegamento.

L’opera in totale è costata 8 milioni e mezzo: una cifra che ben spiega le difficoltà di un progetto complesso, più volte modificato, che trova ora realizzazione dopo anni di stallo, anche raccogliendo i suggerimenti dei cittadini di Sant’Anna. "L’inaugurazione di questa nuova opera pubblica rappresenta un passo avanti nel nostro impegno per migliorare la qualità della vita di tutti – ha aggiunto il sindaco – qualche aggiustamento sarà necessario per migliorare l’accessibilità, soprattutto all’ingresso su via per Cassano Magnago, ma auspico che questa nuova opera diventi un simbolo di crescita della nostra città".

Tra i presenti anche l’europarlamentare Isabella Tovaglieri.