Busto, amara scoperta: scritta “no vax” imbratta il muro del cimitero brutalista

Profondo sdegno per il gesto vandalico. Solo una settimana fa quell’ala del camposanto era finita al centro di una polemica per un video musicale

La scritta sul muro del cimitero (foto Formenti)

La scritta sul muro del cimitero (foto Formenti)

Busto Arsizio (Varese) – Decisamente una brutta sorpresa per i cittadini che stamattina sono arrivati al cimitero principale in via Lonate a Busto Arsizio per una visita ai loro cari: il muro esterno dell’ala nuova dei colombari, architettura in stile “brutalista” ricordata anche in una pubblicazione fotografica dedicata al brutalismo, è stata imbrattata per decine di metri da scritte in vernice rossa che prendono di mira con messaggi “No Vax” i vaccini.

Profondo lo sdegno per il gesto vandalico. Di recente la stessa ala del camposanto principale era stata oggetto di polemiche per il fatto che fa da sfondo a Emma Marrone nel nuovo video di Fabri Fibra, “In Italia 2024”, una scelta artistica ritenuta offensiva e che ha suscitato dure reazioni in città. Stamattina la nuova amara scoperta, il blitz vandalico dei “No Vax”.

Sempre oggi una scritta simile è comparsa fuori dalla sede del Pd di Legnano, in via Bramante.