Sciopero Hupac a Busto Arsizio, i lavoratori: “A noi aumento di 19 euro lordi e la società svizzera incassa 7,6 milioni di franchi di utili”

Varese, secondo giorno di protesta proclamata dal sindacato CUB Trasporti Malpensa–Linate

Sciopero Hupac a Busto Arsizio

Sciopero Hupac a Busto Arsizio

Busto Arsizio, 6 marzo 2024 – Prosegue anche oggi lo sciopero dei lavoratori Hupac, al centro di interscambio merci a Busto Arsizio, proclamato dal sindacato CUB Trasporti Malpensa–Linate. L’agitazione è cominciata ieri mattina alle 5. In un comunicato CUB Trasporti sottolinea che “mentre il salario dei lavoratori ha subito una perdita di valore di oltre il 15% in base all’inflazione, nell’ultimo bilancio Hupac (società svizzera) ha registrato 7,6 milioni di franchi di utili nel gruppo e oltre 1,2 milioni di euro in Hupac spa di Busto Arsizio”.

"L’ultimo aumento contrattuale avvenuto a ottobre 2023 – si legge in una nota del sidnacato di base – ha portato nella busta paga dei lavoratori la grandiosa cifra di 19 euro lordi di aumento. Mentre la direzione di Hupac ci chiedeva di sospendere l’iniziativa legale per il riconoscimento del lavaggio indumenti di lavoro DPI, ha poi sottoscritto con Cgil-Cisl-Uil un accordo che nella sostanza nega gli arretrati e vanifica nei fatti ogni obbligo aziendale”.

Infine, rileva CUB Trasporti “ogni accordo aziendale per poter essere valido deve essere sottoposto all’approvazione dei lavoratori. Ora invece azienda e sindacati confederali negano questo diritto nonostante la richiesta di referendum di oltre il 50% dei lavoratori interessati. Se l’accordo fatto dai confederali è così bello perché non lo mettono al voto dei lavoratori interessati?”. In conclusione, si rileva “nonostante i continui aumenti delle condizioni lavorative il premio aziendale PDR è praticamente inesistente”.