Morazzone, morto sulle montagne di Chamonix. Chi era l’imprenditore Marco Ferrari

L’incidente domenica sulle Alpi francesi, in Savoia, al rientro da un’escursione con due amici

I soccorsi e la vittima, l'imprenditore Marco Ferrari

I soccorsi e la vittima, l'imprenditore Marco Ferrari

Morazzone, 8 febbraio 2024 – Una caduta fatale. Tradito dalla passione per lo scialpinisimo e per le vette innevate. La montagna, archiviato un 2023 tragico per l’alto numero di vittime, ne ha reclamata un’altra lo scorso fine settimana.

Si tratta di Marco Ferrari, 55 anni, di Morazzone, che domenica 4 febbraio – la notizia del decesso è stata resa nota solo ieri – era impegnato assieme in un’escursione sulle Alpi francesi, nei pressi di Chamonix, nel dipartimento dell’Alta Savoia. L’incidente mortale nelle prime ore del pomeriggio. Marco Ferrari, assieme a due amici, uno dei quali una guida, stava rientrando a valle dopo un’escursione quando è inciampato ed è scivolato su una lastra di ghiaccio

. Nella caduta ha picchiato violentemente la testa contro il terreno. L’uomo a causa del forte trauma cranico ha perso conoscenza. Le sue condizioni sono subito apparse estremamente critiche. Gli amici che erano con lui hanno subito fatto scattare l’allarme.

L’area dell’incidente è stata così raggiunta dal “Peloton d’haute montagne“, il soccorso alpino francese, che ha imbragato il cinquantenne e l’ha trasportato in elisoccorso all’ospedale di Ginevra, nella vicina Svizzera, dov’è stato immediatamente operato alla testa. Intervento che si è purtroppo rivelato inutile. Ferrari è spirato poche ore dopo il ricovero.

La morte dell’imprenditore ha colpito l’intera comunità di Morazzone. Ferrari, sposato e padre di tre figli, era una persona conosciuta e stimata. In attesa che venga resa nota la data dei funerali, la famiglia ha già comunicato la volontà di destinare eventuali donazioni, il giorno delle esequie, a una onlus siciliana che si occupa di minori abbandonati dalle famiglie.

Quella del professionista varesino non è stata l’unica tragedia che si è consumata sulle montagne francesi il fine settimana passato. Altri due escursionisti quarantenni hanno perso la vita dopo una caduta in un dirupo, sempre nell’area di Chamonix. Un volo di cinquanta metri che non ha lasciato loro scampo.