Facebook
Facebook

Varese, 22 ottobre 2019  - Cinque minorenni tra i 13 ed i 15 anni sono stati individuati dalla Polizia di Stato dopo la denuncia di una mamma preoccupata per le minacce subite dal figlio sui social. E accaduto a Varese, dove due dei cinque alla fine degli accertamenti sono stati denunciati per minacce aggravate. Dopo la segnalazione gli agenti si sono recati davanti alla scuola del ragazzo intimidito dove si temeva una sorta di spedizione punitiva da parte del gruppetto, che aveva postato anche la frase "ti veniamo a prendere".

Le minacce infatti  duravano da mesi, e in particolare in una fotografia sui social erano ritratti due giovani: uno indossava la maschera della  corrente hacker "Anonymous" mentre l'altro, a volto scoperto  quindi riconosciuto, esibiva un coltello. In calce era stata inserita la scritta "ti veniamo a prendere", corredata da emoji a forma di bombe e coltelli, dai quali è parsa subito chiara l'intenzione di effettuare una spedizione punitiva all'uscita da scuola. Gli agenti si sono recati all'appuntamento, hanno individuato i cinque, e li hanno portati in questura. Nel corso delle perquisizioni è stato recuperato anche il coltellino. Gli  altri tre ragazzi sarebbero stati chiamati per aumentare i numeri del 'gruppo'