Linea ferroviaria Luino-Milano, treni vecchi e fatiscenti. L’ex sindaco Pellicini scrive a Trenord

L’ex primo cittadino, ora deputato di Fratelli d’Italia, denuncia la condizioni dei convogli: “Bagni inguardabili e aria condizionata rumorosa”

Uno dei convogli più vecchio (foto d'archivio)
Uno dei convogli più vecchio (foto d'archivio)

La linea ferroviaria Luino-Milano è da rendere più moderna ed efficiente. La richiesta arriva dall’onorevole Andrea Pellicini (Fratelli d’Italia), ex sindaco di Luino che ha scritto una lettera a Trenord e a Regione Lombardia.

“Vi scrivo ancora riguardo alla linea Luino-Milano – comincia la missiva – in quanto, dopo un periodo in cui la linea medesima era stata dotata di un treno moderno (in partenza da Luino alle ore 7.20), siete tornati ad utilizzare sulla medesima tratta il treno vecchio e fatiscente che era stato sostituito. Detto treno è altresì in partenza da Luino alle 6,19 e viene ancora utilizzato per la tratta Milano-Luino delle ore 18”.

Il parlamentare luinese ritiene che il mezzo “non abbia le condizioni decorose per essere posto ancora in circolazione sulle linee ferroviarie di una regione come la Lombardia. Ripeto: i bagni sono inguardabili, in inverno fa un caldo terribile e in questa stagione è presente un impianto di aria condizionata molto rumoroso e fastidioso”.

Conclude l’onorevole Pellicini: “Oggi stesso chiederò l’intervento dell’assessore regionale ai Trasporti Franco Lucente affinché gli utenti di questa linea abbiano finalmente un trattamento dignitoso. Resto comunque in attesa di vostro urgente riscontro”.