Laveno Mombello: sfonda la porta di casa dell’ex compagna, arrestato

L’uomo ha anche aggredito i carabinieri intervenuti in soccorso della donna. In sede di convalida del provvedimento, è stato dispsoto per lui l’obbligo di firma

Carabinieri (Archivio)

Carabinieri (Archivio)

Laveno Mombello, 27 giugno 2024 –  Arresto convalidato questa mattina in Tribunale a Varese per il quarantottenne che ieri sera a Laveno Mombello ha cercato di sfondare la porta dell’abitazione della ex moglie perché voleva entrare, evidentemente con intenzioni tutt’altro che amichevoli.

La donna, spaventata, ha richiesto l’intervento dei carabinieri che giunti sul posto hanno cercato di calmare l’uomo. Niente da fare, il quarantottenne in tutta risposta li ha insultati e presi a calci, a quel punto sono scattate le manette con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Stamattina la convalida, il giudice ha disposto l’obbligo di firma.