Due città unite nel lutto . Addio a monsignor Giudici vescovo emerito di Pavia

Era ricoverato all’Ospedale di Circolo per l’aggravarsi della malattia di cui soffriva da tempo. Il prelato nacque a Varese nel 1940 dove frequentò il liceo e poi entrò in Seminario a Milano.

Due città unite nel lutto . Addio a monsignor Giudici vescovo emerito di Pavia

Due città unite nel lutto . Addio a monsignor Giudici vescovo emerito di Pavia

Si è spento ieri monsignor Giovanni Giudici, vescovo emerito di Pavia e varesino di nascita. Era ricoverato all’Ospedale di Circolo per l’aggravarsi della malattia di cui soffriva da tempo. Nato a Varese il 6 marzo 1940, dopo gli studi liceali in città entra nel Seminario arcivescovile di Milano. Viene ordinato sacerdote il 27 giugno 1964 nel Duomo di Milano dall’arcivescovo Giovanni Colombo. Nel 1967 inizia a insegnare nel Seminario di Seveso e nel 1971 diventa assistente diocesano dei giovani dell’Azione Cattolica. Nel 1972 si laurea in lingue e letteratura alla Bocconi, quindi nel 1979 viene nominato parroco di Sant’Anna Matrona e nel 1984 eletto decano di Porta Vercellina. Nel 1988 il cardinale Carlo Maria Martini, arcivescovo di Milano, lo nomina vicario episcopale della Zona II - Varese. Il 9 giugno 1990 Giovanni Paolo II lo nomina vescovo ausiliare di Milano e vescovo titolare di Usula. Il 29 giugno riceve l’ordinazione episcopale in Duomo dal cardinale Martini. Nel 1991 il cardinale Martini lo nomina vicario generale.Nel 2003 papa Giovanni Paolo II lo nomina vescovo di Pavia: nel 2004 prende possesso della diocesi. Nel 2006 diventa gran priore per l’Italia settentrionale dell’Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Nel 2009 è nominato presidente nazionale di Pax Christi e nel 2010 viene eletto membro della Commissione episcopale Cei per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace. Infine nel 2015 papa Francesco accoglie la sua rinuncia al governo pastorale della diocesi di Pavia per raggiunti limiti di età. Alla Brunella di Varese è stata allestita la sala del commiato, messa di suffragio presieduta dall’arcivescovo sabato 20 gennaio alle 10 nel Duomo di Milano. Lunedì 22 alle 10 nel Duomo di Pavia i funerali presieduti dal vescovo di Pavia Corrado Sanguineti.