di Sara Giudici Aveva con sé diverse dosi di cocaina ma a casa, in un sacchetto, c’era anche una polvere bianca che una serie di accertamenti hanno svelato essere Md, la forma sotto la quale si presenta solitamente l’ecstasy. Era nella disponibilità, pronta alla vendita o meglio allo spaccio, del 35enne fermato venerdì sera in centro da una pattuglia del Nucleo radiomobile impegnata in alcuni controlli. Tutto è iniziato con un’intuizione...

di Sara Giudici

Aveva con sé diverse dosi di cocaina ma a casa, in un sacchetto, c’era anche una polvere bianca che una serie di accertamenti hanno svelato essere Md, la forma sotto la quale si presenta solitamente l’ecstasy. Era nella disponibilità, pronta alla vendita o meglio allo spaccio, del 35enne fermato venerdì sera in centro da una pattuglia del Nucleo radiomobile impegnata in alcuni controlli.

Tutto è iniziato con un’intuizione degli uomini del capitano Fortunato Suriano che guida la compagnia di Saronno che hanno deciso di perquisire un 35enne. Il giovane era a spasso per il centro storico ed ha mostrato un certo nervosismo alla vista dei militari impegnati di alcuni accertamenti. L’atteggiamento sospetto e furtivo del 35enne, che vive in città, non è sfuggito ai militari che hanno deciso di effettuare una perquisizione. In pochi minuti sono state così trovate le diverse dosi di cocaina che il saronnese aveva con sè. La conferma della sua attività di spaccio è arrivata con un’ulteriore perquisizione realizzata nella sua abitazione.

Qui i carabinieri hanno trovato altre dosi della medesima sostanza stupefacente ma soprattutto un vero e proprio kit per l’attività di preparazioni degli ordini e la successiva vendita. Tutto il materiale utile usato dal 35enne per il confezionamento, la pesatura e la conservazione della cocaina è stata sequestrato. Ma non solo. Ai militari non è sfuggita la polvere bianca conservata con cura in un sacchetto separato dagli altri. La sostanza bianca è stata fatta analizzare ed è risultata essere Md. Si tratta della modalità con cui oggi viene distribuita l’ecstasy e che successivamente viene diluita in bevande alcoliche o acqua.

La combinazione dell’Md con la musica e il ballo può favorire la fusione con la folla e uno stato euforico simile alla trance. Ma non solo. Può stimolare anche le sensazioni di intimità e vicinanza anche sensuale. Ovviamente come la cocaina anche l’Md è stata sequestrata, così come i contanti trovati in casa come frutto dell’attività di spaccio. Al termine della perquisizione il giovane è stato arrestato. Ha trascorso la notte in camera di sicurezza e ieri mattina è stato sottoposto al processo per direttissima, ottenendo gli arresti domiciliari.