Busto Arsizio: cambiano le tariffe dei parcheggi. Dove aumentano (e dove diminuiscono)

La revisione degli importi è inserita nel bilancio di previsione, di prossima discussione in consiglio comunale. Le ultime modifiche risalgono al 2012

Parcheggi a Busto Arsizio (Archivio)

Parcheggi a Busto Arsizio (Archivio)

Busto Arsizio, 5 dicembre 2023 – In arrivo aumenti per i parcheggi in città con la revisione delle tariffe, presente nel bilancio di previsione che sarà discusso nella seduta del consiglio comunale in calendario il prossimo 19 dicembre. Le tariffe dei parcheggi pubblici, fa sapere l’amministrazione comunale con una nota "sono state oggetto di revisione, dopo che l’ultima in ordine di tempo risaliva ormai al lontano 2012".

Un intervento, si spiega, "non semplicemente di tipo quantitativo, ma soprattutto di tipo qualitativo, in maniera tale da rispondere alle mutate esigenze e alle tendenze della mobilità urbana attuale e futura".

Dunque parcheggiare sulle strisce blu costerà 50 centesimi in più: due euro l’ora in centro, contro l’attuale ticket da 1 euro e 50, e 1 euro e 50 nelle zone fuori dal centro storico. Subiranno un aumento le tariffe della sosta in strada non quelle in struttura dove, questa la novità, la sosta sarà gratuita per i primi 15 minuti mentre resteranno invariate le tariffe per le ore successive.

L’intervento intende favorire la sosta al coperto rispetto a quella in strada, allo scopo principale di decongestionare e liberare lo spazio pubblico in alcuni punti ritenuti critici, così da restituire maggiore sicurezza a tutti gli utenti della strada, specialmente i più fragili.

Un’altra novità riguarda la decisione di agevolare la sosta breve, rendendola addirittura gratuita, a vantaggio principalmente delle attività commerciali posizionate intorno alla cintura del centro storico, scelta in linea con la recente istituzione, in piazza Trento e Trieste, della sosta denominata "kiss & go", la cui sperimentazione ha dato riscontri positivi.

Previsto anche un aumento dell’abbonamento per i residenti, che passa da 90 a 100 euro a trimestre.