Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
8 giu 2022
8 giu 2022

Justin Bieber ferma il tour: "La malattia sta peggiorando"

Stop alle date dei concerti in Canada. Il cantante promette: "Mi metterò a riposo e starò meglio"

8 giu 2022
featured image
Justin Bieber e il post Instagram
featured image
Justin Bieber e il post Instagram

"Non riesco a credere a quello che sto per dire. La malattia sta peggiorando. Ho il cuore spezzato perché dovrò rimandare i prossimi show (ordini dei dottori)”. E' con questo messaggio, in una Instagram Stories, che Justin Bieber annuncia ai suoi follower uno stop del suo tour 'Justice'. Poi, promette: "Mi metterò a riposo e starò meglio". Il cantante canadese non aggiunge dettagli riguardo quello che è costretto ad affrontare, ma alcuni fan sospettano che possa essersi riacutizzato il morbo di Lyme, che già negli anni passati l'aveva colpito.

Le date rimandate sono quelle in Canada, l’annuncio infatti è arrivato a ridosso del concerto alla Scotiabank Arena di Toronto. Per il momento si tratta dunque di tre serate, poi non si sa. Molto dipenderà anche da come starà lui nei prossimi giorni e nelle prossime settimane. Un vero peccato per i fan canadesi del cantante, che attendono ormai da due anni l'esibizione di Bieber, dopo i rinvii nel 2020 con il Changes Tour, ma anche quelli del 2021, legati alla pandemia da Covid-19.

Come sottolineato anche dal sito ufficiale dell'arena: "A causa di malattie non correlate al Covid-19, il Justice Tour ha posticipato gli spettacoli di Toronto e Washington DC di questa settimana". Nel frattempo, l'organizzazione, dopo i tre rinvii, sta chiedendo ancora una volta ai fan di conservare il biglietto, soprattutto perché le due date saranno riprogrammate prima della fine dell'estate.

Malattia di Lyme, cos'è

La malattia di Lyme, detta anche borreliosi, che tempo fa ha colpito la star Justin Bieber è una infezione causata dal batterio Borrelia burgdorferi, parassita trasmesso agli esseri umani attraverso la puntura delle zecche del genere Ixodes. Il contagio avviene solitamente a contatto con la natura, durante escursioni in mezzo alla vegetazione. I sintomi tipici comprendono febbre, mal di testa, stanchezza e una tipica manifestazione cutanea denominata eritema migrante. Di norma, se riconosciuta in fase precoce, l'infezione si elimina con un ciclo di antibiotici mirati. Se invece viene trascurata, l'infezione può dare, oltre alla febbre e all'eritema cutaneo, dolori articolari, paresi facciale, può diffondersi alle articolazioni, al cuore e al sistema nervoso.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?