Il rapper DMX
Il rapper DMX

Il leggendario rapper statunitense DMX è morto a pochi giorni dal suo ricovero in ospedale a New York, dove era in coma dopo essere stato colpito da un attacco di cuore provocato secondo le cronache da una overdose. Aveva 50 anni. La sua famiglia ha confermato la morte in una dichiarazione alla stampa statunitense. Dmx, pseudonimo di Earl Simmons, era nato a Mount Vernon il 18 dicembre 1970. Rapper, attore e attivista statunitense, è conosciuto anche come Dark Man X, The Divine Master of the Unknown. È stato particolarmente famoso alla fine degli anni Novanta per i suoi scuri e gotici soggetti per le rime. Ha incarnato un binomio raro e vincente: il rispetto del mondo underground unito al successo commerciale. Tanto che oggi viene considerato come uno dei più influenti artisti rap di sempre.

L'annuncio della famiglia

"Siamo profondamente rattristati di annunciare - si legge nel comunicato della famiglia - che il nostro amato DMX, nome di nascita di Earl Simmons, è morto a 50 anni al White Plains Hospital. Earl è stato un guerriero, ha combattuto fino alla fine. Amava la sua famiglia con tutto il cuore e adoriamo i tempi che abbiamo trascorso con lui. La musica di Earl ha ispirato innumerevoli fan in tutto il mondo e la sua eredità iconica vivrà per sempre. Apprezziamo tutto l'amore e il sostegno durante questo periodo incredibilmente difficile. Per favore rispettate la nostra privacy mentre piangiamo la perdita di nostro fratello, padre, zio e dell'uomo che il mondo conosceva come Dmx. Condivideremo le informazioni sul suo funerale una volta che i dettagli saranno stati definiti", conclude il comunicato.