Una “rullata” al Covid. Assegnati a Codogno i titoli italiani a squadre di calciobalilla

Sono stati oltre 300 arrivati da tutta Italia i giocatori partecipanti. Il titolo della massima serie maschile è andato al Napoli.

Una “rullata” al Covid. Assegnati a Codogno i titoli italiani a squadre di calciobalilla

Una “rullata” al Covid. Assegnati a Codogno i titoli italiani a squadre di calciobalilla

Più di 300 giocatori giunti da tutta Italia, portacolori di ben 40 formazioni in gara, hanno animato il mese scorso, il quartiere fieristico di Codogno, in occasione del Campionato italiano a squadre promosso dalla Figest, la Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali, e dalla Licb, la Lega Italiana calcio balilla, e tenutosi, con il patrocinio del Comune. Le sfide si sono svolte dal 12 al 15 ottobre. Nella massima serie, la serie A, a laurearsi campione per l’edizione 2023 è stata la formazione del Napoli. A seguire, secondo posto per il Bologna e terzo per il team di Aranova. Nella serie B primo posto per la squadra di Milano, secondo per il team Bolognina e e terzo per la città di Firenze. Per la serie C gradino più alto del podio per la squadra di Altopascio, seconda l’Empoli e terza la formazione di Parma. A far trionfare le Donne è stato il team di Lucca, secondo quello della Cecchignola, terzo quello di Genova. Nei Veterani, infine, primo posto per la squadra di Pescara, secondo per quella di Taranto e terzo per il Lodi. "Sono stati quattro giorni di emozioni senza fine sia da un punto di vista sportivo che sotto l’aspetto sociale perché il Campionato italiano prima di tutto fa ritrovare tante persone e tanti atleti che sono amici prima di tutto fuori dal campo anche se poi ci si dà battaglia sul terreno di gioco in una disciplina sportiva che lo scorso anno è stata riconosciuta anche dal Coni" ha sottolineato Nicola Colacicco, responsabile del settore calcio balilla di Figest e presidente della Licb.

La quattro giorni di Codogno, dal 2023 cittadina nominata da Aces Europe “Comune europeo dello sport”, si è aperta con un torneo davvero singolare che ha visto affrontarsi le formazioni avversarie su un maxi campo di calcio balilla da 11 giocatori contro 11. Alla fine ad aggiudicarsi la sfida è stata la squadra locale del Bar Centrale che ha battuto i rivali di Pieve Fissiraga. A fare il tifo sugli spalti anche il sindaco di Codogno, Francesco Passerini, l’assessore Severino Giovannini, il consigliere delegato allo sport, Luigi Bassi, il presidente del Consiglio comunale, Enrico Sansotera, e poi alcuni colleghi amministratori della lodigiana come come il primo cittadino di Boffalora, Livio Boffi, e quello di Graffignana, Margherita Muzzi. Alla quattro giorni sono intervenuti inoltre il consigliere regionale lombardo Patrizia Baffi e il presidente della Federazione Italiana calciobalilla Paralimpico, Francesco Bonanno. Applausi, nel torneo “Partner e istituzioni” per i vincitori Antonio Pastore e Mauro Pasquale ma anche per i team piazzatisi al secondo posto, composto da Giorgio e Roberto Veggetti di Refridom, e al terzo, composto da Enrico Sansotera e Livio Boffi. Particolarmente coinvolgente, infine, l’iniziativa che ha voluto dare un “Calcio al Covid” che ha coinvolto più di 200 alunni degli istituti comprensivi del territorio delle scuole Andreoli, Ognissanti, Anna Vertua Gentile. Ora, a Roma, dal 17 al 19 novembre si disputerà la Champions League.