ROBERTO CANALI
Economia

Rigamonti alla conquista degli Usa: accordo commerciale con Kipre

Sondrio, l’azienda valtellinese leader nella produzione di bresaola punta sull’export e investe 200 milioni

Lo stabilimento Rigamonti

Lo stabilimento Rigamonti

Sondrio - Bresaola e prosciutto crudo vanno d’accordo nel piatto e anche negli affari. Lo dimostra l’alleanza che Rigamonti Salumificio Spa, azienda valtellinese leader mondiale nella produzione di bresaola, ha stretto con il Gruppo Kipre, leader nel segmento dei prosciutti crudi Dop di alta qualità, per la gestione e lo sviluppo congiunto della parte commerciale e la creazione di sinergie all’estero. Obiettivo di questa intesa commerciale è per le due aziende rafforzare la presenza nel mercato statunitense, dove Kiper è leader nei segmenti antibiotic-free dop e animal welfare e dove Rigamonti vuole acquisire nuove quote di mercato investendo ben 200 milioni di euro. Grazie all’alleanza commerciale siglata in questi giorni l’azienda valtellinese entrerà dalla porta principale nel Whole Foods Market che rifornisce i principali mercati di generi alimentari degli Usa.

"Aziende che uniscono le loro forze per confrontarsi sui mercati internazionali permettono al sistema Italia di essere più competitivo e di cogliere crescenti opportunità di consolidamento del mercato – sottolinea Claudio Palladi, amministratore delegato di Rigamonti Salumificio - L’accordo con Kipre conferma la nostra volontà e quella della casa madre JBS di incrementare le quote export negli Usa". Gli States rappresentano un mercato strategico per il gruppo Rigamonti, capace di chiudere il 2020 con un fatturato netto di 135 milioni di euro ottenuto grazie alla distribuzione in 23 Paesi del mondo, compresi gli Emirati Arabi.