Ponte nel Cielo
Ponte nel Cielo

Tartano (Sondrio), 8 ottobre 2018 - Il ponte nel cielo in Val Tartano è un successo straordinario. Anche troppo. Tanto che a inizio settimana scorsa, visto il grande afflusso del week-end, il Consorzio Püstarèsc, ente realizzatore dell’opera, aveva comunicato che nei fine settimana l’accesso sarebbe stato a numero chiuso e solo prenotando on-line al costo di 5 euro. Non tutti, però, hanno letto la notizia, e sono stati tanti i turisti arrivati anche da fuori provincia che non hanno potuto salire sul ponte tibetano più alto d’Europa (140 metri di altezza) e più lungo d’Italia (234 metri).

«La Val Tartano non ha grosse capacità ricettive – aveva spiegato il presidente del Consorzio, Renato Bertolini –. Dobbiamo riuscire a gestire l’afflusso turistico entro dei limiti alla nostra portata e per farlo siamo anche disposti ad adottare misure impopolari». I parcheggi nel centro abitato di Tartano sono calibrati sulle necessità dei residenti – il Comune conta 208 abitanti – e anche le attività ricettive non hanno la possibilità di accogliere e gestire cifre elevate di persone.