Piccolo Tibet verso la sostenibilità. I rifiuti alimentari diventano valore

Grazie a una macchina che, a 130 gradi, trasforma gli scarti senza l’utilizzo di additivi chimici. La materia prima può essere utilizzata come pellet, ammendante e ingrediente per il bestiame .

Piccolo Tibet verso la sostenibilità. I rifiuti alimentari diventano valore

Piccolo Tibet verso la sostenibilità. I rifiuti alimentari diventano valore

Lungolivigno (gruppo privato) e gruppo Eco lanciano una sfida per dar nuova vita ai rifiuti organici e proiettare ancor più il Piccolo Tibet verso un futuro "totally green". Mancano poco più di due anni alle Olimpiadi 2026 dove Livigno avrà un ruolo importante, ospitando tutte le gare di snowboard e freestyle e diventando così la località che consegnerà il maggior numero di medaglie.

Poco più di 730 giorni per fare proprio lo spirito dei XXV Giochi Olimpici invernali, all’insegna dell’ambiente e della sostenibilità. A iniziare dalla produzione e dallo smaltimento dei rifiuti. Così oltre al divieto assoluto di usare bicchieri, cannucce, piatti e bottiglie in plastica, Milano Cortina 2026 si è impegnata a riciclare il 100 % dei rifiuti urbani e l’80 % degli imballaggi, secondo la filosofia Zero Waste. "Un obiettivo purtroppo al momento ancora lontano per Livigno, dove ad oggi non si effettua la raccolta differenziata dell’umido con conseguenti costi per lo smaltimento in discarica a cui si aggiungono i costi per l’ambiente, visto che i camion devono percorrere quasi 100 chilometri prima di arrivare a destinazione – dicono in un comunicato Lungolivigno e Eco di Livigno - Per questo Lungolivigno, insieme al gruppo Eco di Livigno, lancia la sfida per dare nuova vita ai rifiuti organici: non più smaltimento in discarica ma un trattamento innovativo che li trasforma in polvere sterile inodore, una nuova materia prima che può essere utilizzata come pellet, ammendante, ingrediente per alimenti destinati agli animali. A creare questa economia circolare è la macchina EcoSwiss efr 50 che in 10-12 ore, grazie all’esposizione a 130 ° C e senza l’utilizzo di additivi chimici, trasforma gli scarti organici, riducendoli dell’80%, ma soprattutto trasformandoli in materia prima seconda, riutilizzabile secondo i principi dell’economia circolare. EcoSwiss mette a disposizione il macchinario perché Livigno possa sperimentare questa soluzione così innovativa e sostenibile".

L’appuntamento è per venerdì 26 gennaio alle 16 al Lac Salin Spa & Mountain resort, dove è possibile assistere ad una dimostrazione pratica e sabato 27 dove il progetto verrà presentato a operatori e amministratori di Livigno.