Quotidiano Nazionale logo
26 mar 2022

Nuova Olonio, fuga a tutto gas: panico sulla Super 36

La notte scorsa un’auto è sfuggita a un posto blocco ed è stata inseguita dalla polizia per quattro chilometri

daniele de salvo
Cronaca
Servizio di controllo della Polizia Stradale per il contrasto alle stragi del Sabato sera, Milano, Piazza Serafino Belfanti, 26 Gennaio 2022,  ANSA/Andrea Fasani
Servizio di controllo della Polizia Stradale

Nuova Olonio (Sondrio) -  Fast & furious sulla Statale 36 alle porte della Valtellina. L’inseguimento andato in scena l’altra notte sulla 36 tra il trivio di Fuentes a Colico e Dubino all’altezza di Nuova Olonio in provincia di Sondrio non è stata però la sequenza di un film d’azione.

Quattro cittadini verosimilmente tutti romeni, che avevano appena messo a segno furti in zona o con obiettivi da prendere di mira, viaggiavano a bordo di una vecchia Alfa 166 quando i poliziotti li hanno intercettati ad un posto di controllo. Inizialmente il guidatore ha rallentato, come per accostare e fermarsi, ma proprio quando gli agenti si sono avvicinati per domandargli di spegnere il motore ha premuto a tavoletta sul pedale dell’acceleratore ed è ripartito a tutta velocità, rischiando tra l’altro di investire gli operatori delle forze dell’ordine. I poliziotti sono subito saltati sulla loro auto di pattuglia e hanno inseguito i fuggitivi, che per seminarli le hanno provate tutte, con sorpassi, manovre azzardate e zig zag tra gli altri automobilisti. Il “guardia e ladri“ è durato 3 chilometri e un paio di minuti ad alta tensione, fino a quando i quattro sono saltati fuori dall’auto ancora in corsa abbandonandola in mezzo alla strada per proseguire la fuga a piedi.

In due sono riusciti a dileguarsi nel nulla, mentre gli altri sono stati placcati. Uno dei poliziotti per catturarli si è anche fatto male ad una gamba ed ha terminato il turno all’ospedale. A bordo della 166 è stato trovato tutto il necessario del perfetto scassinatore. I due fermati sono stati denunciati per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, porto ingiustificato di arnesi da scasso.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?