Musei e collezioni boom di visitatori: superata quota 650mila

Nel 2019 oltre 650mila persone hanno visitato i musei, gli ecomusei e le collezioni provinciali di Lecco. La più amata è stata Villa Monastero, seguita da Orrido e Ca' del Diavol a Bellano, Riserva di Sartirana a Merate, Museo Archeologico del Barro, Torre di Fontanedo a Colico e altri.

Musei e collezioni boom di visitatori: superata quota 650mila
Musei e collezioni boom di visitatori: superata quota 650mila

Oltre 650mila persone hanno visitato i musei, gli ecomusei, le raccolte e le collezioni provinciali di Lecco. La più amata è Villa Monastero di Varenna: quasi 260mila persone hanno varcato i cancelli della splendida dimora con annesso giardino botanico che si affaccia sul lago. In 240mila si sono lasciati tentare dall’Orrido e dalla Ca’ del Diavol a Bellano. Cinquantamila gli amanti della natura e delle passeggiate all’aria aperta che si sono fatti un giro nella Riserva del lago di Sartirana a Merate, 30mila lungo i sentieri e le stanze del Museo Archeologico del Barro e Etnografico dell’Alta Brianza, 25mila a Colico per i forti di Montecchio o Fuentes o per la Torre di Fontanedo, il Museo della Cultura contadina o il Molino Maufet. Più di 10mila i visitatori che a Dervio hanno fatto tappa al borgo di Corenno e alla Torre di Orezia. Altrettanti sulle orme di Marco d’Oggiono. E poi 5mila tra il Giardino botanico di Calolziocorte, l’Ecomuseo della Valle San Martino, Villa Gerosa, i Piani dei Resinelli e il Parco Valentino; 4.500 alla Fornace di Barzio; sempre 4.500 al Museo della Seta di Garlate; 3mila alla Torre di Maggiana a Mandello solo per citare quelli più gettonati. I numeri sono provvisori, perché si stanno ultimando i conteggi. E da aggiungere i 45mila del Museo privato della Moto Guzzi, i 10mila del Lavello di Calolzio e gli 8mila l’Archivio di Mandello. D.D.S.