Kolossal al Teatro Sociale. Don Carlo affresco di corte enigmatico e avvincente

Il capolavoro di Giuseppe Verdi di scena a Como venerdì e domenica. Tra conflitti personali e religiosi con un finale da brivido metafisico.

Kolossal al Teatro Sociale. Don Carlo affresco di corte enigmatico e avvincente
Kolossal al Teatro Sociale. Don Carlo affresco di corte enigmatico e avvincente

Il “kolossal“ verdiano Don Carlo sarà in scena sul palco del Teatro Sociale di Como con il nuovo allestimento firmato da Andrea Bernard e la direzione del Maestro Jacopo Brusa. Un affresco della Corte asburgica spagnola del 1500 tra guerre, rivolte, intrighi, matrimoni combinati e Inquisizione. Ma soprattutto il contrastato incontro tra l’infante di Spagna Don Carlo e Elisabetta di Valois, figlia del Re di Francia.

L’opera è in cartellone venerdì prossimo alle 20 e domenica 10 alle 15.30. Il giovane e premiato regista Andrea Bernard farà il proprio debutto in OperaLombardia, dopo importanti allestimenti in Italia e all’estero. Alla guida dei Pomeriggi Musicali farà ritorno il Maestro Jacopo Brusa, che dopo il successo de “Il trovatore“ del 2021, sale sul podio con un altro grande titolo verdiano. Le scene sono di Alberto Beltrame, i costumi di Elena Beccaro. Alla guida del Coro di OperaLombardia, il Maestro Massimo Fiocchi Malaspina. Tutti accompagnati dall’Orchestra I Pomeriggi Musicali.

Inoltre al Teatro Sociale continua la rassegna di incontri di approfondimento dedicati all’opera, la domenica in Sala Bianca: domani alle 11 con ingresso libero è in programma “Aspettando… Don Carlo“ con la giornalista Carla Moreni a raccontare il lavoro di Verdi.

Terza e ultima opera scritta per l’Opéra di Parigi, Don Carlo segna un momento importante, il contatto di Verdi con il grand-opéra, e avvicina il compositore a un cambiamento strutturale del melodramma e a una ricca elaborazione della parte strumentale. Un dramma musicale che costò a Verdi una grande quantità di energia, con una rielaborazione che durò per un lungo periodo: è una delle sue opere più enigmatiche e avvincenti. Nella trama si intreccia un gran numero di conflitti personali, politici, religiosi e morali, concentrati in un intenso finale che trasmette brividi di terrore metafisico. Info e prenotazioni www.teatrosocialecomo.it.

Paola Pioppi