MILLA PRANDELLI
Cronaca

Il ramo straniero del lago. Da Romania e Pakistan per vivere in riva all’Iseo

I residenti sono 2.101, l’8% di chi risiede nei Comuni del comprensorio. La maggior parte si è integrata. Mamoon: "Qui da 18 anni, ora ho cinque figli".

Il ramo straniero del lago. Da Romania e Pakistan per vivere in riva all’Iseo

Il ramo straniero del lago. Da Romania e Pakistan per vivere in riva all’Iseo

Gli stranieri scelgono il lago d’Iseo. Sul Sebino Bresciano, secondo l’Istat, vivono 2.101 stranieri su residenti totali 26.533: circa l’8% totale della popolazione (dati 2022). A prevalere sono persone dell’est e pakistani, anche se per esempio Paratico si caratterizza per la presenza di molti ghanesi. Iseo e Pisogne, i centri più popolosi, sono scelti da romeni e albanesi, mentre Sulzano e Marone sono terra pakistana. A Sale si torna nell’est. "Sono arrivato a Iseo 18 anni fa – spiega Mamoon K., 43 anni – poi mi ha raggiunto mia moglie. Ora abbiamo 5 figli: quattro femmine e un maschietto. Per un periodo ci hanno raggiunto i genitori di mia moglie, che però sono rientrati in patria. Ci troviamo molto bene. I ragazzi sono integrati, anche se io e mia moglie teniamo molto al fatto che le ragazze indossino il velo. Ma questo non preclude loro nessuna attività e nemmeno avere amicizie italiane. Anche noi frequentiamo alcuni vicini non pakistani. Nella palazzina dove viviamo ci sono persone di tante diverse nazionalità tra cui romeni e albanesi". A Iseo gli stranieri sono l’8,3% della popolazione residente (8.924). La comunità straniera più numerosa è quella proveniente dalla Romania con il 15,3% (113) di tutti gli stranieri presenti sul territorio, seguita dal Pakistan (15,2% con 112 persone) e dall’Albania (10,4%) con 77 persone. Sulzano e Marone piacciono molto ai pakistani: rappresentano il 25,5 % della popolazione e sono 35. Poi seguono marocchini, romeni e albanesi.Curiosamente a Sulzano ci sono cinque sudafricani. Sono gli unici che vivono in zona. Sono perfettamente integrati e frequentano le scuole del posto. Gli stranieri residenti a Marone sono 196 e rappresentano il 6,3% della popolazione residente.

La comunità più numerosa è quella proveniente dal Pakistan con il 38,8% degli stranieri presenti sul territorio, seguita dall’Albania (15,8%) e dalla Romania (11,2%). A Pisogne gli stranieri sono 465 e rappresentano il 6% della popolazione residente. La comunità più numerosa è quella proveniente dalla Romania con il 42,6% seguita dall’Ucraina (10,1%) e dall’Albania (8,6%). Paratico è l’unico paese che ha un nucleo senegalese importante, con 30 persone, l’8,7% di tutti i non aventi la cittadinanza italiana. La comunità più numerosa è quella romena.