Fine corsa per i ladri di bici Presa la banda dell’Est che rubava costose e-bike

Brescia, nella rete di carabinieri e polizia i componenti di una “gang“ sospettata di più colpi ai danni di attività della pianura ma anche nelle valli.

Fine corsa per i ladri di bici  Presa la banda dell’Est  che rubava costose e-bike

Fine corsa per i ladri di bici Presa la banda dell’Est che rubava costose e-bike

di Milla Prandelli

I carabinieri del Comando provinciale di Brescia e il personale della Polizia di Stato della Questura di Brescia hanno fermato una pericolosa banda di ladri moldavi, specializzati nel furto di costose ebike.

Al termine di articolate indagini congiunte militari e poliziotti, hanno dato esecuzione ad un fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica di Brescia nei confronti di cinque indagati tutti di nazionalità moldava, ritenuti presunti responsabili di "associazione per delinquere finalizzata alla commissione di delitti predatori", con particolare riferimento a "spaccate" notturne in danno di esercizi commerciali per la vendita di "e-bike", commessi nel Bresciano nonché a furti aggravati in abitazione, ricettazione commessi nelle province di Mantova, Verona e Piacenza.

L’indagine trae origine da una serie di episodi di furti aggravati, commessi nel Bresciano, dove la banda entrava in azione con un camion con cui infrangeva la vetrina degli esercizi commerciali e su cui poi venivano caricate, nel giro di pochi minuti, come mostra un video di sorveglianza, le bicilette elettriche. La serie di indagini messe in atto dagli investigatori di polizia e carabinieri ha consentito di identificare tutti i presunti appartenenti alla compagine delinquenziale. Sono stati fermati tre degli indagati, mentre altri due risultano irreperibili all’estero. La responsabilità penale degli inquisiti sarà comunque accertata solo all’esito del giudizio con sentenza penale irrevocabile. I punti vendita presi di mira con certezza dalla banda sono l’“ Ebike Store“ di Brescia, dove vi è stato solo un tentativo, “Mata Bike“ di Manerba del Garda dove sono state prese nove biciclette per un valore di 50mila euro, il negozio “Bike3Lands" di Idro dove la banda ha sottratto otto biciclette per un valore di 32 mila euro e “Bit Bikes Engineering“ di Castegnato dove sono state sottratte sei biciclette per un valore totale di 40mila euro.

Recentemente anche altri negozi sono stati presi di mira: a San Pancrazio di Palazzolo, a Brescia, sul lago di Garda e in Valcamonica: segno che quello delle ebike è un mercato molto fiorente.