Il lago di Novate Mezzola

Novate Mezzola (Sondrio), 9 luglio 2018 - Il lago di Novate Mezzola è balneabile? Bene, allora tuffatevi voi. Questo il senso dell’invito lanciato agli amministratori del Comune della Valchiavenna. «Una provocazione che tale è rimasta, perché a tuffarsi non si è presentato nessuno. Non ci aspettavamo una folla, ma almeno qualcuno sarebbe potuto intervenire», ribadisce Alessia Triulzi, rappresentante del Comitato Salute e Ambiente Lago e Valli che da tempo si batte per la salvaguardia del territorio nei pressi della ex fabbrica della Falck e dalle dispersioni, denunciate, di cromo e di altre sostanze.

La Triulzi spiega: «La situazione in questa zona è abbastanza complessa: da un lato esiste un fenomeno di inquinamento vagliato in modo corretto dalle autorità giudiziarie; dall’altro esiste un nulla osta alla balneazione incondizionata da parte della Direzione Sanitaria, Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria di Sondrio. Ma non è così - aggiunge - le persone che in questo momento fanno il bagno lungo il percorso dell’acqua proveniente dallo stabilimento ex Falck non sono di certo in acque sane». Nella comunicazione della Direzione Sanitaria inviata al Comune di Novate e al prefetto di Sondrio si evince che «nelle acque del Lago di Mezzola non emergono elementi tali da destare preoccupazione per la salute dei bagnanti».